Cattura di un motoscafo albanese carico di marijuana al largo di Brindisi

Primo pomeriggio del 7 marzo 2011, 15 miglia a nord del porto di Brindisi. Un grosso motoscafo d'altura in panne chiede soccorso ad un peschereccio in transito, ma il comandante italiano del motopesca avverte anche la Guardia Costiera. L'equipaggio della motovedetta giunta sul posto capisce che si tratta di trafficanti: sul motoscafo cinque albanesi si stanno sbarazzando del carico. Avvertita dalla Capitaneria, la sezione navale della Guardia di Finanza di Brindisi invia sul posto i mezzi più veloci che ha a disposizione: alcune vedette Corbelli e un gommone. Si fa in tempo a recuperare dal mare una tonnellata e 700 chili di marijuana, e a catturare il motoscafo e l'equipaggio, anche con l'appoggio di un elicottero giunto dal Reparto operativo navale di Bari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Cronaca

      I poliziotti entrano nel casolare e trovano 400 chili di marijuana

    • Cronaca

      Il sopralluogo dei carabinieri dopo l'inseguimento

    • Cronaca

      Il gommone dei narcos abbordato dopo l'inseguimento in mare

    • Cronaca

      Violenza sulle donne: lo spot della questura di Brindisi

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento