giovedì, 24 aprile 15℃

Tap, confermato incontro per il 16

MELENDUGNO - Confermato l'invito di Tap ai residenti della provincia di Lecce a partecipare il 16 Febbraio alle consultazioni pubbliche per discutere del potenziale impatto ambientale e sociale del gasdotto in progetto. L'incontro si terrà nel comune di Melendugno (LE) il 16 Febbraio 2012, alle ore 17.00 presso la Sala Convegni (Scuola media) in Via San Giovanni.

no13 febbraio 2012

MELENDUGNO - Confermato l'invito di Tap ai residenti della provincia di Lecce a partecipare il 16 Febbraio alle consultazioni pubbliche per discutere del potenziale impatto ambientale e sociale del gasdotto in progetto. L'incontro si terrà nel comune di Melendugno (LE) il 16 Febbraio 2012, alle ore 17.00 presso la Sala Convegni (Scuola media) in Via San Giovanni.

I residenti possono inviare domande e commenti prima dell'incontro attraverso il modulo online disponibile al seguente indirizzo: www.tap-ag.com/it/dialogo. TAP ha organizzato un incontro pubblico con la comunità nel comune di Melendugno (Lecce) per presentare ai residenti e alle altre parti interessate l'ubicazione prevista per il gasdotto e per discutere nel dettaglio dei potenziali impatti ambientali e sociali del progetto TAP.

Quest'incontro darà l'opportunità ai membri della comunità di porre domande e sollevare qualsiasi perplessità a riguardo. Il progetto Tap (Trans Adriatic Pipeline), i cui azionisti sono la svizzera Egl (42,5%), la norvegese Statoil (42,5%) e la tedesca E.ON Ruhrgas (15%), prevede la costruzione di un gasdotto per il trasporto del gas naturale dalla regione del Mar Caspio, attraverso Grecia, Albania e Mar Adriatico fino in Puglia e da lì verso l'Europa occidentale. La struttura contribuirà alla stabilità e sicurezza dell'approvvigionamento energetico futuro dei mercati europei.

Allo stato attuale la parte del gasdotto in Italia Meridionale prevede una configurazione con circa 5 km di condutture onshore, circa 45 km offshore e un terminale di ricezione nella provincia di Lecce, con una capacità di 10 miliardi di metri cubi annui (Mmc/a) con possibilità di espansione fino a 20 Mmc/a. Il punto di approdo del gasdotto sulla costa è previsto sul litorale tra San Foca e Torre Specchia Ruggeri nel comune di Melendugno (Le). L'approdo sarà costruito utilizzando un sistema di micro-tunneling all'avanguardia con un impatto minimo sulla costa. A Lecce la Tap si allaccerà alla rete italiana gestita da Snam Rete Gas.

L'attuale percorso della Tap con approdo nella provincia di Lecce è stato deciso dopo tre anni di intensi studi sul campo in Italia. Dopo aver analizzato diverse alternative, incluse alcun a nord-ovest di Brindisi, e altrettante a sud-est, il team responsabile del progetto ha selezionato il miglior percorso possibile al fine di evitare il passaggio attraverso aree sensibili dal punto di vista ambientale come ad esempio le praterie sottomarine di Posidonia oceanica. La scelta è caduta sulla costa tra S.Foca e Torre Specchia Ruggeri.

Paul Pasteris, country manager Tap per l'Italia, ha commentato: "Sin dall'inizio Tap ha coinvolto le autorità e gli abitanti pugliesi nella scelta del percorso del gasdotto. Abbiamo dato ascolto alle loro preoccupazioni e con il loro aiuto i nostri ingegneri sono stati in grado di identificare il percorso italiano ottimale. Tap è seriamente impegnato nel cercare un dialogo aperto con le comunità locali e continua a spiegare dettagliatamente tutti i possibili impatti e benefici che il gasdotto potrebbe avere per la regione".

Gli incontri pubblici previsti con tutti i portatori di interesse (stakeholder) sono parte del processo di Valutazione di Impatto Ambientale e Sociale (Esia) di Tap. Questa valutazione è condotta da un gruppo di esperti italiani e internazionali in conformità alla legislazione italiana e in linea con la Politica Ambientale e Sociale della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers - Ebrd). L'obiettivo dell'ESIA è valutare i potenziali impatti del progetto del gasdotto sull'ambiente e sulle risorse socio-economiche e sviluppare misure di contenimento e miglioramento per evitare, eliminare e ridurre le conseguenze negative per l'ambiente.

Nel maggio del 2011 TAP aveva già consegnato alle autorità italiane la Relazione di Scoping relativa alla Valutazione di Impatto Ambientale e Sociale. Per ulteriori informazioni sulla valutazione in italiano: www.tap-ag.com/esia/italia. All'inizio di marzo 2012, dopo aver raccolto i feedback di tutti gli stakeholder, tra cui anche gli abitanti di Lecce, verrà depositato lo Studio di Impatto Ambientale e Sociale per l'apertura della procedura di VIA (ESIA) presso il Ministero dell'Ambiente.

TAP invita a inviare eventuali feedback sul processo di valutazione ESIA in Italia attraverso le seguenti modalità: E-mail: esia-comments@tap-ag.com Posta: Trans Adriatic Pipeline AG - Via IV Novembre, 149 - 00187, Roma, Italia Fax: + 39 06 45 46 94 444. Modulo per domande online: www.tap-ag.com/it/dialogo.

conferma
incontro
Melendugno
pubblico
tap

Commenti