I fanghi dei dragaggi del sito Belleli di Taranto scaricati nelle campagne di S.Vito

Quindicimila tonnellate di fanghi di dragaggio, materiali inerti provenienti dalle demolizioni degli impianti e dalla bonifica della falda superificiale del sito ex Belleli di Taranto, a ridosso dell'area Ilva, sono finite in un cava e in terreno agricolo in contrada Mascava, ai confini tra i territori di Brindisi e S.Vito dei Normanni. Il Noe ha sequestrato tutto e segnalato alla procura di Brindisi quattro persone, i proprietari delle aree e il titolare dell'impresa di autotrasporto che ha portato i carichi di rifiuti a destinazione, e un suo dipendente.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento