Operazione Icaro - il Blitz

Arrestati a Brindisi gli amministratori di due Pmi del settore aeronautico, e disposti sequestri per 21 milioni di euro di valore, equivalente alla cifra che gli indagati in concorso avrebbero truffato allo stato nell'ambito di due contratti di programma, uno con i fondi del Por 2000-2006, l'altro con un Piano integrato d'area (Pia). Le due aziende operano nel campo dei velivoli senza pilota (Uav) e delle fibre preimpregnate in carbonio. C'era un giro di false fatturazioni, ed una triangolazione delle fatture degli ordinativi effettuati negli Usa, tra gli stessi Stati Uniti, Malta e Brindisi, dove alla fine i costi certificati dei macchinari arrivavano quadruplicati. I soldi, ovviamente, sono spariti quasi tutti.

Potrebbe Interessarti

  • Brindisino nella tempesta: strade allagate, aeroporto spazzato dalla bufera, auto semisommerse, crolli

  • Anche la costa nord del Brindisino bombardata da enormi chicchi di grandine

  • Omicidio a Ostuni: il luogo dove si è schiantata l'auto della vittima

  • Incidente sulla superstrada: cinque veicoli coinvolti, strada chiusa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento