giovedì, 24 aprile 16℃

Fertilità maschile: Androlife, visite gratuite

ROMA - Da oggi 19 marzo, dalla giornata dedicata ai papà, parte il progetto AndroLife, dedicato ai giovani futuri padri e alla salvaguardia della fertilità maschile. In città e in tutta Italia per una settimana sarà possibile sottoporsi a visite andrologiche gratuite. AndroLife è organizzato dalla Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità - Siams - e della Fondazione per Benessere in Andrologia - Amico Andrologo, con il patrocinio del Ministero della Salute.

Mar.DeMich.19 marzo 2012

ROMA - Da oggi 19 marzo, dalla giornata dedicata ai papà, parte il progetto AndroLife, dedicato ai giovani futuri padri e alla salvaguardia della fertilità maschile. In città e in tutta Italia per una settimana sarà possibile sottoporsi a visite andrologiche gratuite. AndroLife è organizzato dalla Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità - Siams - e della Fondazione per Benessere in Andrologia - Amico Andrologo, con il patrocinio del Ministero della Salute.

Non fare "slalom" della prevenzione, abbi una cura "gigante" della fertilità. Al via da oggi, il Progetto AndroLife con lo slalom gigante di Coppa del Mondo in Val Badia. Per tanti uomini riuscire ad avere un figlio significa vincere la propria, personale, Coppa del Mondo. Gli studi della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità - Siams - in accordo con proiezioni internazionali, hanno evidenziato che in Europa 1 maschio su 3 è a rischio di infertilità. Si stima che in Italia 5milioni di uomini siano incapaci di procreare: l'infertilità - definita come il fallimento al concepimento di una coppia dopo almeno 12 mesi di rapporti regolari non protetti - rappresenta dunque un grande problema di salute sociale.

Le tecnologie di fecondazione artificiale sono sempre più avanzate e, nell'immaginario comune, vengono proposte come soluzione definitiva all'infertilità, ma l'esito non sempre è garantito e i problemi psicologici, etici ed anche economici che derivano da queste soluzioni sono di grande rilevanza. "Vi sono numerosi fattori di rischio in grado di compromettere la produzione spermatica e la fertilità maschile", spiega Carlo Foresta, presidente della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità Siams e direttore del Centro di Crioconservazione dei Gameti all'Università di Padova.

"In base ai nostri dati e a quelli internazionali dobbiamo sempre più considerare l'esposizione ambientale a pesticidi, inquinanti ambientali o altre sostanze chimiche che agiscono come 'endocrine disruptors', spiazzando le fini regolazioni ormonali che modulano lo sviluppo dell'apparato riproduttivo durante le prime fasi dell'embriogenesi. Aumentano le ricerche che dimostrano in particolare come l'esposizione ambientale ai gas di scarico e ad altre sostanze esogene volatili, siano in grado di indurre nei soggetti esposti in cronico una marcata riduzione del numero e della qualità degli spermatozoi".

Per maggiori informazioni basta visitare il sito ufficiale dell'evento www.androlife.it oppure ricercare il progetto anche sul social network Facebook o telefonare al numero 348/3022559 a Carlo Foresta, ordinario di Patologia clinica Università degli Studi di Padova, Presidente nazionale della Siams Società Italiana Andrologica e Medicina della Sessualità. A Brindisi anche la Asl con la Unità Operativa di Endocrinologia dell'Ospedale "Perrino" ha aderito al progetto Androlife e per essere visitato gratuitamente si deve telefonare al numero verde nazionale 800 100 122.

campagna
fertilità
gratuite
maschile
Siams
visite

Commenti