Nuovi segnali di malessere dagli infermieri: "Coperta troppo corta"

Il NurSind, il sindacato delle infermiere e degli infermieri professionali, torna a lanciare l’allarme sottolineando come alcune contromisure assunte dalla Asl non servono a risolvere le emergenze

L'ospedale Perrino di Brindisi. Sotto, il Camberlingo di Francavilla Fontana

BRINDISI – E’ troppo corta la coperta della sanità in provincia di Brindisi dopo il riordino ospedaliero attuato dalla Regione Puglia. E Il NurSind, il sindacato delle infermiere e degli infermieri professionali, torna a lanciare l’allarme sottolineando come alcune contromisure assunte dalla Asl non servono a risolvere le emergenze, e chiama alla mobilitazione la categoria e i cittadini utenti.

“La scrivente segreteria della organizzazione sindacale Nursind non punta il dito sull’uno o sull’altro ma piuttosto contesta un sistema sanitario provinciale che ritiene sottodimensionato, sotto finanziato e deficitario”, si legge in una nuova nota del segretario provinciale NurSind, Carmelo Villani.

“Giudicando nostro imprescindibile dovere difendere a tutti i costi una sanità pubblica ridotta ormai ai minimi termini, e ritenendo un obbligo civile oltre che sindacale tutelare con ogni mezzo i cittadini che assistiamo in primis ed i professionisti che rappresentiamo, continuiamo, con ogni mezzo, anche mediatico, a segnalare ciò che dal punto di vista assistenziale è deficitario”.

E ci sono altre criticità da mettere in evidenza. “Dopo le segnalazioni pervenutaci dalla Nefrologia del Perrino, dalla Pediatria-Nido di Francavilla Fontana, dal blocco operatorio e dal servizio di Anestesia, dalla Cardiologia, dalla Medicina, dalla Geriatria, da molti settori di ogni presidio ospedaliero, riceviamo richiesta di aiuto da parte dei professionisti della Unità operativa di Chirurgia vascolare”, scrive Villani.

In Chirurgia vascolare al Perrino “ci sono due unità infermieristiche a sobbarcarsi attività assistenziali che richiederebbero la presenza del doppio di unità infermieristiche, essendo state attivate due stanze di degenza assimilabili a terapia sub-intensiva. Ciò aggravato, oltretutto, dalla assenza di operatori di supporto”.

L'ospedale Camberlingo-2

Non solo. “Riteniamo uno spostare i problemi senza quindi affrontarli realmente e risolverli alla radice, la decisione, condivisibile in situazioni di normalità, di decongestionare il Pronto soccorso del Perrino, deviando molti mezzi del 118 sul Pronto soccorso di Francavilla Fontana, anch’esso afflitto da notevoli problemi tra cui la presenza di un solo ausiliario, insufficiente per le necessità della unità operativa”, aggiunge la segreteria NurSind.

“La coperta è corta, il definanziamento della sanità pubblica è palese, la sostenibilità del sistema sanitario è minato da diversi fattori, ma ciò non può ricadere sulle spalle di cittadini ed operatori. Per questo motivo questa organizzazione sindacale chiama alla mobilitazione tutti i professionisti sanitari oltre che i cittadini a difesa della sanità pubblica provinciale”, conclude il comunicato del NurSind.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • sanita

    Pronto soccorso al collasso: "Ennesima aggressione ai danni di una infermiera"

  • sanita

    "Sistema sanitario da terzo mondo in provincia di Brindisi"

  • sanita

    "Perrino in crisi anche per carenza di operatori socio-sanitari"

  • sanita

    Serve con urgenza sangue del tipo "0 positivo": appello dal Perrino ai donatori

I più letti della settimana

  • "Perrino in crisi anche per carenza di operatori socio-sanitari"

  • Ospedale Perrino al collasso: pazienti trasferiti in stanze non collaudate

  • Nuovi segnali di malessere dagli infermieri: "Coperta troppo corta"

  • Terapie del dolore: visite gratuite in un centro specialistico a Brindisi

  • Perrino al collasso: "Mancano 150 posti letto, Ruscitti venga a Brindisi"

  • Emergenza all'ospedale di base di Ostuni: "In arrivo nuovi medici"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento