Per cinque nuovi ospedali 522 milioni

BARI – Manca poco e poi l'accordo di programma con il Ministero della Salute sarà sottoscritto con 5 nuovi ospedali pubblici per la Puglia. Lo hanno annunciato oggi, in conferenza stampa, il presidente della Regione, Nichi Vendola, Ettore Attolini, assessore alla Sanità e Fabiano Amati alle Opere pubbliche. Le nuove strutture saranno costruite in posizione baricentrica tra alcuni comuni sedi di piccoli e vecchi stabilimenti e nella città di Taranto: 522 milioni di euro il finanziamento stimato per i nuovi complessi ospedalieri.

Medici ospedalieri

BARI – Manca poco e poi l'accordo di programma con il Ministero della Salute sarà sottoscritto con 5 nuovi ospedali pubblici per la Puglia. Lo hanno annunciato oggi, in conferenza stampa, il presidente della Regione, Nichi Vendola, Ettore Attolini, assessore alla Sanità e Fabiano Amati alle Opere pubbliche. Le nuove strutture saranno costruite in posizione baricentrica tra alcuni comuni sedi di piccoli e vecchi stabilimenti e nella città di Taranto: 522 milioni di euro il finanziamento stimato per i nuovi complessi ospedalieri.

“Tutto si baserà – ha dichiarato in conferenza stampa l'assessore alla sanità della Puglia – sulla certezza dei tempi di finanziamento”. Un primo ospedale nascerà nel capoluogo ionico, che avrà la priorità e che sostituirà i due esistenti nosocomi ovvero SS. Annunziata e Moscati e che non sorgerà, come invece dichiarato dal Comune, sulle aree originariamente destinate al complesso S.Raffaele. Il secondo nuovo ospedale verrà costruito tra Monopoli e Fasano; un terzo ad Andria – probabilmente sulla direttrice per Canosa – il quarto nella provincia Bat (parte Sud) e il quinto ospedale nascerà nel Salento meridionale, nella zona di Maglie. Duemila posti-letto nuovi, per coprire le necessità delle 5 strutture ospedaliere che nasceranno nel tacco d'Italia. Nello specifico, saranno: 700 a Taranto, 350 tra Bari e Brindisi, 250 nella Bat, 350 a Andria e 350 nella provincia di Lecce.

“I soldi necessari stimati – ha dichiarato stamane Amati – so