Rems, operatori e ospiti si raccontano ai cittadini in un incontro pubblico

Giornata di sensibilizzazione sul tema della salute mentale attraverso le storie di chi vive quotidianamente la Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza di Carovigno

CAROVIGNO - Salute mentale, riabilitazione psichiatrica e lotta allo stigma. Giovedì 13 dicembre 2018 alle ore 16.30 si tiene, presso il castello Dentice di Frasso di Carovigno, “Ma è vero che nella Rems…?”, incontro finalizzato a conoscere la Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (struttura di tipo sanitario che risponde a criteri di custodia e che accoglie pazienti con patologie psichiatriche, autori di reato, non compatibili con il regime carcerario) di Carovigno, attraverso le testimonianze dell’equipe socio-sanitaria e le esperienze raccontate dalla viva voce degli ospiti della residenza. Ad introdurre la tavola rotonda, sono gli interventi istituzionali dei rappresentanti di: Comune di Carovigno, Cooperativa Pegaso, Tribunale di Lecce, Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Brindisi, Comando dei Carabinieri di San Vito dei Normanni, Dipartimento di Salute Mentale di Brindisi.

L’evento, organizzato dalla cooperativa Pegaso di Carovigno e coordinato da Mariantonietta Di Latte, tecnico della riabilitazione psichiatrica, si propone di aprire un dialogo tra i luoghi del “disagio psichico” e la realtà esterna, creando un’occasione di scambio e condivisione per imparare a non aver paura di ciò che si conosce poco e rispondere ad interrogativi e curiosità alla base di tanti pregiudizi.

Durante il pomeriggio, oltre agli obiettivi socio-sanitari della Rems, saranno esposti i risultati raggiunti in due anni di attività, grazie al lavoro in equipe di giovani professionisti del territorio (psichiatri, psicologi, assistenti sociali, tecnici della riabilitazione psichiatrica, infermieri, operatori socio sanitari) che hanno contribuito a rendere la struttura un esempio virtuoso nella sanità pugliese.

Ad arricchire il quadro, saranno le testimonianze dirette di alcuni pazienti che racconteranno il loro punto di vista, rispetto al pregiudizio in tema di salute mentale, attraverso riflessioni e storie personali.

A seguire, sarà presentata la pubblicazione “Daldidentro – Speciale Natale”, prodotta nell’ambito del laboratorio di scrittura e di fotografia, condotto dalla giornalista Viviana Leo e dalla fotografa Martina Leo, dedicata al tema “Nascita e Rinascite”. Per l’occasione sarà, inoltre, allestita una mostra di prodotti creati con materiali di riciclo, realizzati nell’ambito delle attività occupazionali che si svolgono in struttura.

Intervengono: Massimo Lanzilotti (sindaco di Carovigno), Antonella La Camera (assessore alla cultura Comune di Carovigno), Mariangela Uggenti (presidente Coop. Pegaso), Silvia Maria Dominioni (presidente tribunale di sorveglianza di Lecce), Michela De Lecce (magistrato di sorveglianza tribunale di Lecce, referente Rems), Giovanna Longo (direttrice Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Brindisi), Bonaventura Bellanova (Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Brindisi, referente Rems), Annamaria Dello Preite (direttore casa circondariale di Brindisi), Angelo Cerasino (avvocato del Foro di Brindisi), Antonio Corvino (comandante carabinieri stazione di S. Vito dei Normanni), Domenico Suma (direttore Dipartimento Salute Mentale di Brindisi), Equipe Rems, Ospiti Rems.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • sanita

    Pronto soccorso al collasso: "Ennesima aggressione ai danni di una infermiera"

  • sanita

    Corsi per operatore socio-sanitario organizzati dalla Regione Puglia

  • sanita

    Asl - infermieri, adesso è scontro: indetto uno sciopero di 24 ore

  • sanita

    "Sistema sanitario da terzo mondo in provincia di Brindisi"

I più letti della settimana

  • Ondata di ricoveri per influenza mette in crisi alcuni reparti

  • Caso settimana corta: "Alla preside non tocca il doppio voto"

  • Nuove possibilità terapeutiche presso le sedi di Nefrologia

  • "Nessuna chiusura dei centri di diabetologia pediatrica"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento