"Riutilizzare l'ospedale di Ceglie"

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, questa breve nota dell'avvocato Augusto Conte sulla questione della costruzione di cinque nuovi presidi ospedalieri in Puglia, uno dei quali al servizio del bacino della Valle d'Itria. A tale proposito l'avvocato Conte osserva che sarebbe più opportuno in tempi di spending review non solo tagliare sul superfluo e sugli sprechi esistenti, ma anche evitare l'impiego di rilevanti capitali pubblici per nuove opere, invece riutilizzare al meglio le più efficienti tra quelle esistenti, altrimenti destinate alla chiusura o al sottoimpiego.

no 9 luglio 2012

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, questa breve nota dell'avvocato Augusto Conte sulla questione della costruzione di cinque nuovi presidi ospedalieri in Puglia, uno dei quali al servizio del bacino della Valle d'Itria. A tale proposito l'avvocato Conte osserva che sarebbe più opportuno in tempi di spending review non solo tagliare sul superfluo e sugli sprechi esistenti, ma anche evitare l'impiego di rilevanti capitali pubblici per nuove opere, invece riutilizzare al meglio le più efficienti tra quelle esistenti, altrimenti destinate alla chiusura o al sottoimpiego.

"Caro direttore, ho letto sulla tua rivista online BrindisiReport del piano di costruzione di nuovi ospedali, tra cui uno a pochi chilometri da Ceglie Messapica, ove esiste una gigantesca e quasi abbandonata, pur essendo perfetta ed efficiente, struttura ospedaliera; chi può, cerchi di fermare lo spreco di 84 milioni di euro (e degli altri quasi 500.000,00), per la costruzione di strutture nuove (dopo la chiusura di 17 ospedali), inspiegabile e irragionevole (considerato, peraltro, cheper i tempi occorrenti, neppure i nostri pronipoti ne useranno, mentre questa attualee le successive generazioni potranno utilizzare quelle, come la struttura di Ceglie Messapica, già pronte). Cordialità. Augusto Conte".

Ceglie Messapica
ospedale
puglia
riutilizzare struttura
Sanità

Commenti