Se chi ti fa respirare è una "co.co.co."

MESAGNE - Chiudono o vengono ridimensionati i piccoli ospedali, e al posto dei reparti eliminati dai tagli si dice che debbano nascere e funzionare servizi sanitari di base e attività di day-hospital, mirati soprattutto su quello che sarà l'anello debole della società italiana dal punto di vista sanitario nei prossimi decenni, ma che già da ora ha ruolo predominante: le patologie degli anziani. Eppure capita che a causa della cessazione di un contratto a tempo, nato dalla famosa esigenza di rendere flessibili i rapporti di lavoro, cessi un servizio fondamentale come la fisioterapia respiratoria. Vediamo come stanno le cose viste dalla parte di chi improvvisamente si trova a dover gestire un dramma personale.

La sede della direzione Asl di Brindisi

MESAGNE - Chiudono o vengono ridimensionati i piccoli ospedali, e al posto dei reparti eliminati dai tagli si dice che debbano nascere e funzionare servizi sanitari di base e attività di day-hospital, mirati soprattutto su quello che sarà l'anello debole della società italiana dal punto di vista sanitario nei prossimi decenni, ma che già da ora ha ruolo predominante: le patologie degli anziani. Eppure capita che a causa della cessazione di un contratto a tempo, nato dalla famosa esigenza di rendere flessibili i rapporti di lavoro, cessi un servizio fondamentale come la fisioterapia respiratoria. Vediamo come stanno le cose viste dalla parte di chi improvvisamente si trova a dover gestire un dramma personale.

"Fa caldo! Siamo ancora nel mese di giugno e gia’ fa’ caldo. La frase piu’ comune che si legge ora sulla bocca delle persone, sia esse grandi o piccoli, ora e’: non si respira! E’ vero ci sono giorni in cui la cosa piu’ semplice, indispensabile e naturale riesce difficile farla per il troppo caldo che fa’. Questo mi mette solo angoscia e ansia e paura. Ho 37 anni ma non mi preoccupo per me ma per mio padre che ha i suoi 78 anni e i suoi problemi di respirazione e complicanze varie.

La nostra vita familiare sempre in bilico ed appesa ad un filo e’ stata finora resa meno complicata dalla possibilità, che hanno tutti coloro che come mio padre presentano questa diagnosi, di frequentare il centro di riabilitazione ( chiamata solo semplicemente “palestra”) situato presso l’unità operativa pneumologia di Mesagne. Questo  servizio nel corso degli anni ha permesso a tutti coloro che lo hanno frequentato di migliorare la qualita' della propria vita e le aspettative.

Questo tipo di riabilitazione e' riuscita negli anni a strappare alla morte un notevole numero di malati che, in molti casi aggravati anche da malattie cardiologiche,