Tagli ai servizi per disabili: “La Asl si impegna a risolvere i problemi"

Gestori dei servizi sociosanitari soddisfatti dell'esito della trattativa intavolata con l'azienda sanitaria di Brindisi

BRINDISI - A seguito della manifestazione di protesta svoltasi nei pressi della sede di via Napoli lo scorso 10 ottobre, il direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, ha incontrato i rappresentanti delle tre cooperative sociali - “Alba” di Mesagne, “Eridano” e “Oltre l’Orizzonte” di Brindisi – e dell’associazione “Aipd-Associazione persone down Brindisi”. Le tre questioni poste all’attenzione della direzione sanitaria generale, da quanto si apprende da una nota delle stesse cooperative, sembrano avviate a soluzione. 

Circa il riconoscimento di una retta adeguata da destinare al ricovero in struttura di persone in condizione di disabilità grave, il responsabile Asl, verificata l’accoglibilità della pretesa con i direttori di distretto sociosanitario e la compatibilità con quanto previsto dal regolamento regionale, si è impegnato a riconoscerne la legittimità. 

Per quel che attiene al mancato riconoscimento delle assenze, l’azienda sanitaria si è dichiarata disponibile a riconoscerne il pagamento fino a un numero massimo di 5 giorni. Non esistendo una regolamentazione univoca in materia, si applicherà lo stesso criterio previsto dal regolamento dei buoni di conciliazione. Sulla questione relativa al trasporto, l’accordo raggiunto prevede che siano la Asl e gli Ambiti Territoriali a farsene carico. Su indicazione emersa in conferenza dei sindaci nei giorni scorsi, il direttore generale si è detto pronto a convocare i 4 Ambiti Territoriali e a predisporre una gara unica per garantire il servizio.

“I gestori dei servizi sociosanitari ritengono che l’epilogo della trattativa, lungo e sofferto da raggiungere – si legge nella nota - possa considerarsi soddisfacente, per lo sforzo operato dal direttore Pasqualone a entrare nel merito delle questioni poste per meglio approfondirle. La sensibilità istituzionale espressa dai sindaci dei comuni brindisini ha agevolato ogni ragionevole valutazione in merito”. 

O gestori dei servizi ringraziano in particolare “Toni Matarrelli che da sindaco di Mesagne e presidente dell’Ambito Territoriale BR4 ha seguito ogni fase della complessa vicenda contribuendo, nel rispetto dei ruoli, ad avviare a risoluzione urgenze non più rinviabili. Si ringrazia la Cgil e il segretario provinciale Antonio Macchia che si è speso al fianco dei lavoratori e delle famiglie degli utenti affinchè si giungesse a previsioni rispettose dei diritti fondamentali in gioco”.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Intossicazioni da funghi: il calendario del servizio Micologico

  • La Savana percorsa in moto: incontro con il medico missionario Castellani

  • Nuove linee guida sulla ristorazione scolastica e aziendale: incontro con i sindaci

  • "Aspettando la Cuccagna": il 18 dicembre la proiezione del documentario

Torna su
BrindisiReport è in caricamento