Un centro diurno a Casa Serena

SAN VITO DEI NORMANNI – A San Vito dei Normanni arriverà una somma cospicua di denaro per la realizzazione di un centro diurno per anziani presso la struttura di proprietà comunale “Casa Serena”. Il 24 ottobre scorso è stato finalmente sottoscritto tra la Regione Puglia (ex proprietaria della casa di risposo), assessorato al Welfare, l’Ambito territoriale di Brindisi, il Comune di Brindisi ed il Comune di San Vito dei Normanni, il disciplinare regolante i rapporti relativi al piano di investimenti per infrastrutture sociali e socio – sanitarie, che vede S. Vito beneficiario di 1.337.000 euro per la ristrutturazione del piano terra e del primo piano della Torre I della Casa Serena, e di ulteriori 633.500 euro per la realizzazione della casa di cura.

Casa Serena, l'ingresso

SAN VITO DEI NORMANNIA San Vito dei Normanni arriverà una somma cospicua di denaro per la realizzazione di un centro diurno per anziani presso la struttura di proprietà comunale “Casa Serena”. Il 24 ottobre scorso è stato finalmente sottoscritto tra la Regione Puglia (ex proprietaria della casa di risposo), assessorato al Welfare, l’Ambito territoriale di Brindisi, il Comune di Brindisi ed il Comune di San Vito dei Normanni, il disciplinare regolante i rapporti relativi al piano di investimenti per infrastrutture sociali e socio – sanitarie, che vede S. Vito beneficiario di 1.337.000 euro per la ristrutturazione del piano terra e del primo piano della Torre I della Casa Serena, e di ulteriori 633.500 euro per la realizzazione della casa di cura.

I quasi 2 milioni di euro sono fondi Fesr 2007/2013 assegnati al Comune di San Vito dei Normanni, in parte tramite la programmazione dell’Area Vasta Brindisina, di cui più volte si era sollecitata l’assegnazione al fine di portare a compimento la ristrutturazione straordinaria ed il recupero dell’immobile sede della casa di riposo per anziani. Con la ristrutturazione di Casa Serena, la struttura diventerà, non solo per la città di San Vito, punto di riferimento per i servizi socio – assistenziali. Soddisfazione da parte del sindaco Alberto Magli e da tutta l’amministrazione comunale per questo ulteriore tassello, che comporterà l’arrivo di risorse per circa due milioni di euro, che si aggiungono a tanti interventi in fase di avvio e di realizzazione.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Associazione donne operate al seno: si inaugura la nuova sede

  • Coronavirus, corso di aggiornamento per i farmacisti brindisini

  • Brindisi, i sindacati a sostegno dei lavoratori de "La Nostra Famiglia"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento