Satyricon scopre un altro clamoroso equivoco Marino-Marino

Dopo Massimo Ferrarese, anche Carmine Dipietrangelo scambia Nando Marino per Ignazio Marino, ma il presidente della New Basket non si offende e, nella speranza di diventare sindaco anche lui, accetta di farsi immortalare e firma autografi. È accaduto ieri, durante un pranzo in un famoso ristorante di Brindisi

Nando Marino e Carmine Dipietrangelo convinto di avere accanto l'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino

Dopo Massimo Ferrarese, anche Carmine Dipietrangelo scambia Nando Marino per Ignazio Marino, ma il presidente della New Basket non si offende e, nella speranza di diventare sindaco anche lui, accetta di farsi immortalare e firma autografi. È accaduto ieri, durante un pranzo in un famoso ristorante di Brindisi. L’ex vicepresidente del consiglio regionale, nonché co-editore (speriamo ancora per poco) di BrindisiReport, più volte accusato di essere il nuovo Andreotti d’Italia, si è avvicinato al presidente e gli ha fatto i complimenti “per la dignitosa e quanto mai auspicabile uscita di scena da primo cittadino della capitale”.

Nando Marino, che ancora si doveva riprendere dallo choc del 4/4 da tre punti di Andrea Zerini, lì per lì ha pensato che Dipietrangelo lo stesse prendendo per culo, poi è stato al gioco, e si è messo in posa per la foto che un lettore anonimo ci ha inviato in redazione. «Lo so che farsi vedere accanto a lui non è una bella cosa», ha detto Marino, «ma conoscendo il soggetto, negargli una foto insieme mi avrebbe sicuramente messo in una condizione di serio pericolo di vita».

Immediate le reazioni del mondo diplomatico ed istituzionale: «È evidente che sono in corso tentativi di inciucio finalizzati a definire le prossime candidature e farmi fuori», ha detto il sindaco Mimmo Consales. Ipotesi subito smentita dai diretti interessati in un comunicato stampa congiunto: «Nessun inciucio, Consales è tranquillamente in grado di farsi del male da solo».

Ancora più dura le reazioni in terra francavillese, dove Massimo Ferrarese, non appena vista la fotografia su BrindisiReport, ha mandato un messaggio criptato su Wathsapp al suo legale: «A questi dobbiamo chiedere un risarcimento di 1 milione di euro, altro che 500 mila». La risposta dell’avvocato non ha tardato ad arrivare: «Facciamo 1 milione e mezzo e stiamo, che mo’ arriva Natale e dobbiamo comprare i regali».

PS: nella speranza che anche il nostro co-editore non decida di presentare a BrindisiReport una richiesta di risarcimento danni, ci tocca precisare (per quei pochissimi che non sono in grado di comprenderlo) che quello appena letto è un pessimo articolo di satira. Se non lo avete capito, la colpa è solo nostra che non riusciamo a farla bene.

Se invece avete intenzione anche voi di presentare richieste di risarcimento danni, vi avvertiamo che siamo “sold-out” almeno fino al 2020. Sappiate però che a Brundisium.net accettano querele e simili, ma solo se provengono dall’area di Francavilla, zona nella quale evidentemente ci deve essere stata una epidemia di uno strano virus ancor più preoccupante della xylella fastidiosa, la “fryttella seriosa”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento