Mi sono fatto mandare a Brindisi, ma era meglio il Kosovo

Salve, mi chiamo Pisha Pariti e sono un ricercatore dell’università di Tirana laureato in antropologia. La ricerca sul Trota l’ho chiusa in due giorni perché non c’era molto da capire, e adesso ho vinto una borsa di studio per una ricerca sulla società brindisina. Dovrò stare qui a lungo, temo. E non dovrò fidarmi di nessuno per il mio lavoro, neppure degli amici, e dovrò raccogliere molte informazioni per evitare passi falsi. Nessuno, ad esempio, mi aveva avvertito che a Brindisi uno degli sport preferiti è il sequestro dei traghetti greci.

Passeggeri albanesi

Salve, mi chiamo Pisha Pariti e sono un ricercatore dell’università di Tirana laureato in antropologia. La ricerca sul Trota l’ho chiusa in due giorni perché non c’era molto da capire, e adesso ho vinto una borsa di studio per una ricerca sulla società brindisina. Dovrò stare qui a lungo, temo. E non dovrò fidarmi di nessuno per il mio lavoro, neppure degli amici, e dovrò raccogliere molte informazioni per evitare passi falsi. Nessuno, ad esempio, mi aveva avvertito che a Brindisi uno degli sport preferiti è il sequestro dei traghetti greci.

Me ne sono accorto da solo perché mentre sbarcavo dal traghetto partito da Valona qualcuno ha tolto la passerella all’improvviso e la nave è ripartita a razzo prima che salissero a bordo quelli della Capitaneria con i decreti del trib