Fumo e volgarità? Meglio Modugno

BRINDISI - Combattere la volgarità e gli atteggiamenti di fatto autolesionistici come fumare in età giovanile. Sono gli obiettivi concreti di un progetto degli studenti del Liceo artistico e musicale " Simone - Durano di Brindisi", avviato con l'aiuto dei docenti, "un percorso di riflessione sui comportamenti sociali giovanili, al fine di assumere atteggiamenti responsabili e di effettuare scelte consapevoli, per permettere di star bene con se stessi e con gli altri". La parola d'ordine, annuncia un comunicato della scuola, è "basta lamentarsi". Il progetto ha preso il via dalla palestra, spazio di aggregazione per eccellenza.

Allieve del Liceo artistico e musicale Simone

BRINDISI - Combattere la volgarità e gli atteggiamenti di fatto autolesionistici come fumare in età giovanile. Sono gli obiettivi concreti di un progetto degli studenti del Liceo artistico e musicale " Simone - Durano di Brindisi", avviato con l'aiuto dei docenti, "un percorso di riflessione sui comportamenti sociali giovanili, al fine di assumere atteggiamenti responsabili e di effettuare scelte consapevoli, per permettere di star bene con se stessi e con gli altri". La parola d'ordine, annuncia un comunicato della scuola, è "basta lamentarsi". Il progetto ha preso il via dalla palestra, spazio di aggregazione per eccellenza.

"I ragazzi hanno voluto lasciare fa loro impronta, per rendere l'ambiente esteticamente più gradevole. Dopo aver imbiancato i muri, gli alunni - spiega sempre il comunicato - hanno dipinto delle sagome che simulano vari momenti di gioco di alcuni sports (cultura, movimento e ambiente). Da qui è nata l'idea di una manifestazione d'Istituto che riunendo varie forme di linguaggio (artistico, musicale, motorio) condanna la volgarità diffusa e la limitata coscienza civica che induce, fra l'altro, a imbrattare i muri della nostra città e a non valorizzare l'ambiente in cui viviamo".

"Inoltre, per ribadire il loro sì alla vita - dice ancora la nota del liceo - gli studenti hanno realizzato degli abiti con tessuto di raso in seta, 11 modelli diversi l'uno dall'altro che rappresentano opere d'arte realizzati con cromatismi ricercati dagli alunni. Sfilate, arte in movimento, tutto mirato a gratificare i ragazzi del liceo artistico che si sono notevolmente e positivamente impegnati, sotto la guida della prof.ssa Internò". In apertura, la dottoressa Cagnazzo, referente del " Centro antifumo " della Asl di Brindisi terrà un seminario dal titolo 'La dipendenza da fumo di sigaretta da parte dei giovani'.

L'evento è fissato per il 18 aprile alle 9,30 nella palestra dell'Istituto alla presenza del dirigente scolastico Salvatore Amorella e dei docenti. Come momento conclusivo, dopo alcune esibizioni di aerobica e perfomance di ballo, gli alunni canteranno una canzone che inneggia alla vita "Meraviglioso" cantata originariamente da Modugno e ripresa dai Negramaro, nostri conterranei. L'augurio finale è che anche fra loro ci sia qualche giovane talento.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Dopo 30 anni a Pennagrossa arrivano le ruspe, grazie alla Regione

    • Cronaca

      La scala si ribalta e cade battendo la testa: muore poco dopo in ospedale

    • Incidenti stradali

      Scontro fra quattro veicoli sulla provinciale: un morto e tre feriti

    • Cronaca

      Rifiuti, nuova sanzione ad Ecologica: 900mila euro

    I più letti della settimana

    • Violenza psicologica in famiglia e valore della propria persona

      Torna su
      BrindisiReport è in caricamento