Impresa-ambiente con Boeing e Alenia

GROTTAGLIE - Si è conclusa oggi, presso lo stabilimento Alenia Aermacchi di Monteiasi – Grottaglie, la quinta edizione di Natural..mente scuola.

Una delle linee di produzione delle fusoliere del B787, nello stabilimento Alenia Aermacchi a Grottaglie

GROTTAGLIE - Si è conclusa oggi, presso lo stabilimento Alenia Aermacchi di Monteiasi – Grottaglie, la quinta edizione di Natural..mente scuola: Innovazione e sviluppo sostenibile, il progetto promosso da Boeing e Alenia Aermacchi che da cinque anni si rivolge ai giovani pugliesi per educarli all’importanza del rapporto tra salvaguardia dell’ambiente e sviluppo sostenibile.

Monento clou, la premiazione delle sei classi vincitrici del concorso collegato al progetto, che prevedeva la realizzazione del business plan di un’impresa sostenibile, sia da un punto di vista ambientale che economico. A tal fine, presso ogni scuola si sono svolti incontri didattico-formativi con i tutor, e i business plan, a loro volta, diventeranno oggetto delle tesi di laurea dei laureandi del Politecnico di Bari.

“Grazie alla proficua collaborazione fra Boeing e Alenia Aermacchi e al diretto coinvolgimento, nelle attività didattiche, del Politecnico di Bari e del Distretto Aerospaziale Pugliese, l’edizione di quest’anno di Natural..mente scuola porta a compimento un percorso formativo di grande valore per questi ragazzi, che si sono fortemente impegnati a sviluppare delle idee di impresa sostenibile”, ha detto Marcello Bruni, direttore comunicazione di Boeing per l’Italia, il Sud Europa e Israele.

Donato Amoroso, direttore generale Alenia Aermacchi, ha commentato: “Anche quest’anno l’impegno profuso da due aziende all’avanguardia in campo tecnologico, dalle istituzioni, dal Distretto Aerospaziale Pugliese e dal Politecnico di Bari ha permesso di veicolare un importante messaggio alle nuove generazioni: la consapevolezza che un progetto industriale fortemente innovativo ed avveniristico come il Boeing 787 possa nascere e svilupparsi in modo sostenibile. Tra i compiti delle imprese vi è anche quello di favorire la crescita del capitale intellettuale e della capacità di innovazione del territorio in cui operano le proprie risorse”.

Natural..mente scuola, che vanta il patrocinio dell'Unesco, ha coinvolto quest’anno 1.000 studenti di 21 scuole secondarie di secondo grado della Puglia, per un totale di 48 classi. La facoltà di Ingegneria Gestionale – Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management del Politecnico di Bari ha messo a disposizione docenti e laureandi che hanno seguito gli studenti durante l’intero percorso didattico. Nel corso delle sue cinque edizioni, Natural..mente scuola ha visto complessivamente l’adesione di oltre 30.000 studenti.

Gli studenti più meritevoli sono stati premiati con una visita guidata allo stabilimento di Alenia Aermacchi, a Monteiasi-Grottaglie (TA), dove si costruiscono le sezioni di fusoliera in fibra di carbonio del Boeing 787 Dreamliner. Inoltre, la classe prima classificata si è aggiudicata un viaggio premio, per due studenti e un insegnante accompagnatore, al Salone Internazionale dell’Aeronautica e dello Spazio di Parigi – Le Bourget (17-23 giugno 2013), la più importante vetrina mondiale dell’industria aeronautica, dello spazio e dell’elettronica per la difesa e la sicurezza.

Le sei classi vincitrici del concorso sono: V BCA Istituto Tecnico Settore Tecnologico “E. Fermi” di Francavilla Fontana (BR); IV B Liceo Scientifico “E. Fermi” di Bari; V F Istituto Tecnico Industriale “E. Amaldi” di Statte (TA); Gruppo 1 Liceo Classico “Lanza - Perugini” di Foggia; Gruppo 1 Istituto d’Istruzione Superiore “Euclide” di Bari; III C Istituto Tecnico Industriale “E. Amaldi” di Massafra (TA).

La campagna di educazione “Natural..mente scuola” ha ricevuto anche quest’anno, oltre a quello dell'Unesco, il patrocinio del Miur - Ufficio Scolastico Regionale Puglia, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Regione Puglia e del Distretto Aerospaziale Pugliese.

 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento