Sequestro per una società biomedica

BRINDISI – Scientech Corporation Srl, una delle società del settore biomedico insediate in Cittadella della Ricerca, ha subito il 24 maggio il sequestro da parte della curatela fallimentare. Sede e laboratori chiusi, una dozzina di dipendenti per ora in cassa integrazione, sembra. Accesso all’immobile assolutamente vietato: l’intero contenuto è nella disponibilità solo della curatela e del giudice fallimentare. L’immobile, come tutti gli altri in Cittadella, appartiene invece al patrimonio della Provincia di Brindisi.

L'ingresso dei laboratori di Scientech

BRINDISI – Scientech Corporation Srl, una delle società del settore biomedico insediate in Cittadella della Ricerca, ha subito il 24 maggio il sequestro da parte della curatela fallimentare. Sede e laboratori chiusi, una dozzina di dipendenti per ora in cassa integrazione, sembra. Accesso all’immobile assolutamente vietato: l’intero contenuto è nella disponibilità solo della curatela e del giudice fallimentare. L’immobile, come tutti gli altri in Cittadella, appartiene invece al patrimonio della Provincia di Brindisi.

Scientech era una delle società che in via ipotetica avrebbero potuto assorbire il personale specializzato di Biomateriali, l’altra società biomedica, leader in Europa per le protesi aortiche sintetiche, chiusa dal gruppo americano Le Maitre che la possedeva interamente da alcuni anni. Le Maitre aveva acquisito know-how e brevetti, nonché i macchinari di Biomateriali, trasferendo tutto prima in Germania e poi negli stati uniti, e lasciando senza lavoro i dipendenti (per la maggior parte laureati).