Brindisi fa tremare Milano, che però vince sul filo della sirena

Milano vince il suo primo incontro della Final Eight per 77 a 75 con un canestro sul filo della sirena, dopo una partita bellissima, che ha tenuto con il fiato sospeso sino all'ultimo secondo. Sarebbe ingiusto utilizzare il termine "beffa", per leggerne il finale

RIMINI – Milano vince il suo primo incontro della Final Eight per 77 a 75 con un canestro sul filo della sirena, dopo una partita bellissima, che ha tenuto con il fiato sospeso sino all’ultimo secondo. Sarebbe ingiusto utilizzare il termine “beffa”, per leggerne il finale: Brindisi, nell’insolita tenuta verde con il nuovo sponsor Cantina Due Palme, si è guadagnata l’ammirazione totale dei commentatori costringendo l’Emporio Armani sul pari e alla paura di una sconfitta imprevista e imprevedibile, sino a quando la terna arbitrale non ha confermato la regolarità dell’ultimo tiro.

E’ una sconfitta che dovrebbe lasciare l’amaro in bocca, ma la partita giocata nel palasport del polo fieristico di Rimini questa sera è certamente la migliore disputata dalla squadra durante la gestione di Meo Sacchetti, dimostrando qualità e carattere in abbondanza, che se fossero applicati con costanza vedrebbero Brindisi in ben altre zone della classifica di questa stagione. Si sa, nelle fasi finali di un incontro giocato ad alti livelli vince chi sbaglia di meno, e la Cantina Due Palme può certamente rimpiangere l’ultimo tiro da tre fallito e un passaggio troppo teso di Moore sfiorato dalle mani di Carter.

Il resto della prestazione dei brindisini invece dovrebbe accontentare tutti, inclusa una spettacolare giocata di Donzelli, che ha affrontato il confronto con i campioni d’Italia senza alcun timore reverenziale. Grande prestazione in difesa, un vero campo minato per gli assalti dell’Emporio Armani, un pressing asfissiante, e una grande prestazione anche nei rimbalzi. E poi lui, super M’Baye, che ha coperto tutti i ruoli possibili con una prestazione atletica oltre che tecnica che ha mandato in bambola più volte la difesa di Milano.

armani milano-cantina due palme brindisi tifosi brindisi-2

Assieme a Carter (che in difesa si dimostra tuttavia ancora ingenuo), Moore e Scott, il francese ha disorientato gli avversari che nel primo quarto si erano trovati di fronte un Brindisi arrendevole e timido. Nella pausa Sacchetti è riuscito a pompare adrenalina nel roster, e la musica è totalmente cambiata. La Cantina Due Palme ha cominciato a giocare sul serio, aggiudicandosi la seconda frazione di gioco. Il terzo quarto è stato spettacolare, chiuso sul 61 a 61, con Brindisi che è riuscita a passare in testa più volte, recuperando sui sorpassi dei milanesi. Moore è una delle chiavi della strategia di gioco dei brindisini, ma brucia quantità enormi di energia (nel finale lascerà il posto a Goss). 

Chi se lo sarebbe immaginato. Milano capisce che il successo non è più un dato scontato, e nell’ultimo quarto attacca a testa bassa, ma è Brindisi che ruba palloni su palloni, recupera rimbalzi e contrattacca a dovere, passando in testa. Cresce la preoccupazione dei milanesi. Sino a quando Macvan trova una tripla miracolosa da grande distanza e segna il sorpasso portando l’Armani sul 75 a 73, dopo un canestro da fuori di Goss che aveva esaltato la nutrita tifoseria brindisina. Ci pensa Scott a pareggiare i conti. Poi cala un po’ la freddezza della cantina Due Palme, non si segna più, e alla fine l’Armani trova la via di uscita ancora con Macvan lasciato libero, qualche decimo di secondo prima della sirena. Beffa? No, sfortuna. Ma capita anche alle grandi, e questa sera a Rimini la squadra di Meo Sacchetti è stata grande.

Emporio Armani Milano - Cantina Due Palme Brindisi 77-75 (28-18, 45-44; 61-61)
EA7 Milano: McLean 14, Fontecchio 2, Hickman 4, Kalnietis 8, Raduljica 10, Dragic 8, Macvan 11, Pascolo 6, Cinciarini 2, Sanders 12, Abass ne, Cerella ne. All. Repesa
Cantina Due Palme Brindisi: Agbelese 6, Scott 15, Carter 15, Goss 9, Fiusco ne, Mesicek, Cardillo, Moore 10, Donzelli 5, M'Baye 15, Sgobba ne, Spanghero ne. All. Sacchetti
Arbitri: Sahin, Seghetti, Vicino
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Omicidi e armi, libero il pentito Bullone: chiede la riduzione della pena

    • Cronaca

      Ecologica Pugliese: ancora dubbi sul Durc, gli stipendi restano bloccati

    • Cronaca

      Compensi Aro, il Comune: trenta giorni per restituire 200mila euro

    • Cronaca

      Armi, caschi e mimetiche da soft air in un tir: scatta il sequestro nel porto

    I più letti della settimana

    • Coni Brindisi: Cainazzo lascia dopo 32 anni, al suo posto Ronzino Pennetta

    • Boxe, torneo Elite: Scarciglia vola in finale, contestatissima sconfitta per Di Lena

    • Asd Brindisi, il presidente Manzo si dimette: "Strappo insanabile"

    • "La rimessa era per Brindisi, noi ancora penalizzati dopo instant replay"

    • L'Enel cade a Cantù e si complica la permanenza nei play-off

    • Scarcella salva il Brindisi dall'ennesimo ko: solo pari (2-2) col Mesagne

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento