Arriva la Cisco, i tifosi preparano le coreografie

BRINDISI – Le iniziative si susseguono da parte dei tifosi per preparare la coreografia alla gara di domenica tra Football Brindisi 1912 e Cisco Roma, gara di andata della semifinale play off per la promozione in Prima divisione. In città, nei punti nevralgici, sono stati sistemati dei grandi teli con scritto su: “Tutti allo stadio”. Nei giorni scorsi c’è stato un summit nel “Cesare Braico” di tutti i tifosi organizzati. “La posta è importante – è stato detto -, per cui dobbiamo mobilitarci per portare allo stadio quanta più gente possibile”.

Massimo Silva

BRINDISI – Le iniziative si susseguono da parte dei tifosi per preparare la coreografia alla gara di domenica tra Football Brindisi 1912 e Cisco Roma, gara di andata della semifinale play off per la promozione in Prima divisione. In città, nei punti nevralgici, sono stati sistemati dei grandi teli con scritto su: “Tutti allo stadio”. Nei giorni scorsi c’è stato un summit nel “Cesare Braico” di tutti i tifosi organizzati. “La posta è importante – è stato detto -, per cui dobbiamo mobilitarci per portare allo stadio quanta più gente possibile”.

La prevendita dei biglietti da domani. Viene gestita direttamente dalla Lega calcio Pro attraverso il circuito TicketOne. Ieri e oggi c’è stata la prelazione per gli abbonati (avevano diritto a prenotare il posto che hanno occupato in campionato). Mentre da domani tutti potranno acquistare il biglietto attraverso i punti vendita che sono indicati sul sito ufficiale del Brindisi (www.footballbrindisi.it). Non ci sarà, come già durante il campionato, vendita ai botteghini dello stadio. Per cui o si arriva già muniti di tagliando oppure non si entra. A tale proposito, stasera la società ha fatto sapere che "si intende ribadire che per domenica non saranno valide le tessere omaggio, gli abbonamenti, né i pass degli stessi bambini che, nel corso dell’intero campionato, per volontà della società, sono stati fatti entrare gratuitamente".

La nota aggiunche che "in questa fase di play off, tuttavia, proprio in virtù della necessità di adeguarsi alle altre società ed alle disposizioni della Lega, si è reso necessario apportare delle variazioni, anche rispetto a quanto comunicato nella giornata di ieri. Pertanto, entreranno gratis solo i bambini di età inferiore agli 8 anni, senza però avere diritto al posto a sedere. E’ opportuno, quindi, che i genitori che decideranno di portare con sé il figlio piccolo lo facciano sedere sulle proprie gambe. I bambini dagli 8 anni in sù, invece, dovranno munirsi di biglietto (non sono previste riduzioni)". Gli accrediti, infinem saranno in numero limitato.

La squadra. Oggi ha ripreso ad allenarsi sul terreno dello stadio “Fanuzzi”. Stanno tutti bene. Ha recuperato anche Montella che domenica dovrebbe, quasi certamente, essere a disposizione dell’allenatore Massimo Silva. L’avversario non è semplice di affrontare. Sul piano tecnico la Cisco Roma, allenata da Giuseppe Incocciati, è la migliore squadra della Seconda divisione. Punta al ritorno tra i professionisti da nove anni. Nei precedenti campionati ha sempre investito tanto, ma il salto di categoria non c’è stato. Ci vuole provare quest’anno. Ha fatto un campionato eccellente, mettendo assieme 68 punti in 34 giornate. E’ il suo primato assoluto. Mai, in nessun campionato, aveva raggiunto una tale punteggio. Ed un’imbattibilità in casa che va avanti da un anno.

Il Football Brindisi come punti raggiunti in un campionato ha fatto molto meglio. Lo scorso anno, con la promozione in Seconda divisione, nel girone H dell’Interregionale, raggiunse quota 69 punti. E in Eccellenza arrivò secondo con 99 punti (vinse i play off e fu promosso in Interregionale) preceduto di due punti dal Monopoli. Ma, è ovvio, questi sono numeri che ora non contano. I play off sono un torneo a sé. I valori si livellano e molto spesso la squadra che parte favorita, finisce con il leccarsi le ferite. Massimo Silva sta preparando al meglio questa gara. Non solo sul piano tecnico, ma anche su quello psicologico. Non che ce ne sia bisogno. I giocatori sono tutti molto carichi, consapevoli che debbono lottare con il coltello tra i denti, e consapevoli che non sono inferiori a nessuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavoro molto importante è anche quello che ha fatto e sta continuando a fare il preparatore atletico Sergio Musa. Chi ha più birra nelle gambe, soprattutto quando il caldo si fa sentire, ha più possibilità di tagliare il traguardo della promozione in Prima divisione. I giocatori biancazzurri fisicamente stanno bene. La loro eccellente condizione è venuta fuori alla distanza. A Catanzaro hanno giocato i primi quarantacinque minuti senza dare tregua all’avversario. Eppure era la squadra che aveva condotto in testa per tre quarti di campionato e che non ce l’ha fatta ad essere promossa per un soffio. “Tutto questo è storia passata – commenta Massimo Silva -. Ora dobbiamo pensare alla prossima gara. Non è come in campionato. Qui si va partita per partita. Domenica dobbiamo cercare di vincere con il massimo scarto possibile. Il resto per ora non conta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Spaventoso incidente sulla strada provinciale: due persone ferite

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento