Varese fa ciò che vuole di una Happy Casa stanca e deconcentrata

Finisce 102-78 la partita alla Enerxenia Arena di Masnago contro i brindisini reduci dall'impegno di coppa

Una fase di Openjobmetis Varese-Happy Casa Brindisi (Foto LegaBasket Serie A)

MASNAGO – È una Happy Casa Brindisi deconcentrata e provata dall’impegno di Champions, quella che alle fatidiche 5 della sera entra sul parquet della Enerxenia Arena di Masnago per la partita degli ex contro la Openjobmetis Varese, reduce da una sconfitta in campionato mentre la squadra di Vitucci è in serie positiva da quattro incontri. Certo Mayo, Peak e compagni non immaginavano di poter spadroneggiare come è avvenuto, e di matare senza spremere troppo sudore i brindisini: 102 a 78 è il finale, ma il distacco era arrivato pochi minuti prima sino a 30 punti.

L’analisi la farà Frank Vitucci nello spogliatoio e nei prossimi giorni, ma la Happy Casa si è lasciata infilare 14 volte da fuori area, ha subito l’uno contro uno, e Varese è riuscita a liberare il giocatore al tiro dall’arco a proprio piacimento, soprattutto nelle prime tre frazioni di gioco. Una sconfitta, anche se pesante, non pregiudica il percorso in campionato della Happy Casa, ma ciò che emerge – almeno al momento e salvo smentite nelle prossime settimane – è che la squadra non regga ancora gli impegni ravvicinati.

Il voto è insufficiente praticamente per tutti, e il Banks ritrovato nel terzo tempo (23 punti per lui) non è bastato per cambiare le sorti di una partita dove molti dei suoi compagni hanno dato l’impressione di essere rimasti in aeroporto, mentre fioccavano le triple di Peak (4 su 8, e 24 di score personale) e Mayo (4 su 9 e 26 punti di score).

Sarà difficile per Vitucci con la panchina a disposizione – ma è il massimo che la società può fare e non si può essere irriconoscenti – trovare un equilibrio tra l’impegno in coppa e quella in campionato, ammesso che il problema principale sia questo. Qualche numero: oltre ai punti realizzati dai giocatori già citati, ci sono i 14 personali di Stone (quasi sempre molto al di sotto del suo standard) e i 10 di Thompson per Brindisi; i 12 di Simmons e Vene, e i 10 di Ferrero per Varese. I parziali: 26-19, 24-17, 27-23, 25-19.

All’orizzonte due impegni difficili: il prossimo ospite del PalaPentassuglia nell’anticipo di mezzogiorno del 3 novembre è la Reyer Venezia. Ma prima il nuovo impegno in coppa mercoledì 30 ottobre alle 20,30 in Francia, in casa del Digione. Servono motivazioni forti.

Il tabellino

Openjobmetis Varese-Happy Casa Brindisi:  102-78 

Openjobmetis Varese - Peak 24, Clark 4, Jakovics 9, Natali 2, Vene 12, Simmons 12, Mayo 26, Tambone 3, Ferrero 10, Gandini ne, Seck ne, De Vita ne. All.: Caja.

Happy Casa Brindisi - Banks 23, Brown 6, Martin 6, Zanelli 5, Iannuzzi 1, Gaspardo 7, Campogrande 6, Thompson 10, Stone 14, Ikangi, Cattapan. All.: Vitucci.

Arbitri: Tolga Sahin – Mark Bartoli – Gianluca Capotorto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento