Basket, al via il Memorial Todisco: tutto pronto per Italia-Polonia

Si tratta della diciottesima edizione del Memorial Peppino Todisco Coppa Tonio Punzi al PalaTodisco di Cisternino

CISTERNINO – Prende il via la diciottesima edizione del Memorial Peppino Todisco Coppa Tonio Punzi al PalaTodisco di Cisternino e per la Nazionale azzurra Under20 allenata da coach Andrea Capobianco, tre test validi utili e indicativi fino a sabato contro Polonia, Gran Bretagna e Montenegro per ottimizzare la condizione atletica e avvicinare il roster all’Europeo di categoria in programma in Israele. Settimana carica di allenamenti quella azzurra al PalaTodisco.

Gli azzurri sotto l’occhio vigile di Capobianco e del suo staff hanno lavorato intensamente. Tanti i nomi interessanti degli azzurri. Il playmaker Pajola della Segafredo Bologna, la guardia Bonacini di Rieti, la guardia Conti di Pesaro, Serpilli di Legnano, l’ala-grande Vigori di Reggio Emilia, il pivot Barbante di Treviso.

L’analisi del momento azzurro dalle parole di coach Capobianco: “E’ un momento importante dove dobbiamo creare il gruppo e concentrare la squadra – afferma il coach azzurro - ma i ragazzi sono intelligenti, rispondono bene alle aspettative. Sono squadre che conosciamo perché le abbiamo affrontate in passato, e hanno mantenuto l’ossatura Under18. Il Montenegro è una realtà molto valida, presentano giocatori che hanno giocato in Italia ad altissimo livello, è una squadra solida di giocare una pallacanestro qualitativa molto buona. La Gran Bretagna fisicamente molto forte, che sa correre il campo, è cresciuta notevolmente con giocatori che giocano anche nei college americani. La Polonia è un’altra realtà collaudata, nazionale molto curata nei dettagli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Torneo di Cisternino è certamente di alto livello che ci deve far avvicinare nel modo migliore ai campionati europei. Abbiamo sempre scelto di sostenere partite vere nei tornei degli ultimi anni, perché è questo il tenore di partite che ci insegna a correggere i limiti che abbiamo, e ad innalzare l’autostima nel gruppo. Dobbiamo verificare il lavoro svolto”. Coach Marco Ramondino, assistant coach di Capobianco: “L’idea è quella di certificare il lavoro svolto. I ragazzi hanno messo grande impegno. Non è facile essere sempre concentrati, ma loro si sono impegnati alla grande. Questi ragazzi sono i migliori prospetti della pallacanestro italiana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

Torna su
BrindisiReport è in caricamento