Brindisi: tre punti d'obbligo contro il Gallipoli. Presi due under

Domenica alle 14,30 i biancazzurri riprendono la rincorsa alla capolista Casarano, dopo la pausa. Ingaggiati il portiere Rollo, proveniente dal settore giovanile del Lecce, e il difensore di fascia Schirone, cresciuto nel Foggia

BRINDISI – Il Brindisi Fc amplia il parco under alla vigilia della partita contro il Gallipoli in programma domenica (13 gennaio), alle ore 14,30, allo stadio Fanuzzi, con gli ingaggi di due calciatori nati nel 2000: si tratta del portiere Francesco Rollo e del difensore di fascia Nicola Schirone.

I primo proviene dalla Primavera del Lecce. Il secondo, cresciuto nelle giovanili del Bari, proviene dal Foggia. Fra le file dell’Avezzano ha maturato un’esperienza in Serie D.

I due sono a disposizione di mister Olivieri in vista dell’impegno che domani segnerà la ripresa del campionato di Eccellenza, dopo la pausa natalizia e la giornata saltata a causa delle avverse condizioni meteorologiche.

I biancazzurri avevano chiuso il 2018 con una vittoria casalinga contro il Corato. Domani saranno d’obbligo i tre punti per restare nella scia della capolista Casarano. Sei punti separano il Brindisi dalla compagnie salentina.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Frattura il naso e lo zigomo alla fidanzata, soccorsa da automobilista

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

  • Brindisi Multiservizi: ecco la graduatoria degli idonei all'assunzione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento