Canottaggio, "Carrino" vince a Sabaudia

SABAUDIA - Nelle regate dei Campionati Italiani del mare in Tipo Regolamentare, disputate a Sabaudia il 13 e 14 ottobre ancora una grande vittoria del G.S. Canottaggio VV.F. Carrino di Brindisi. Emiliano Santoro vince nella specialità del singolo canoino nella categoria master B ( da 36 a 42 anni), battendo anche gli atleti di categoria A (da 27 a 35 anni) e si aggiudica il titolo di Campione d’Italia. Conquistano nella specialità del doppio canoino il quarto posto Luca Scagliarini insieme a Enrico Cosi ottimo risultato considerando che per Cosi era il suo primo esordio in una regata nazionale.

La premiazione di Emiliano Santoro

SABAUDIA - Nelle regate dei Campionati Italiani del mare in Tipo Regolamentare, disputate a Sabaudia il 13 e 14 ottobre ancora una grande vittoria del G.S. Canottaggio VV.F. Carrino di Brindisi. Emiliano Santoro vince nella specialità del singolo canoino nella categoria master B ( da 36 a 42 anni), battendo anche gli atleti di categoria A (da 27 a 35 anni) e si aggiudica il titolo di Campione d’Italia. Conquistano nella specialità del doppio canoino il quarto posto Luca Scagliarini insieme a Enrico Cosi ottimo risultato considerando che per  Cosi era il suo  primo esordio in una  regata nazionale.

Nella giornata di sabato, le donne del G.S Carrino conquistano il secondo posto nella categoria master D femminile nella specialità del 4 jole ma il grave problema tecnico avuto in barca non permette loro di dare il massimo. Si rifanno la domenica nella gara della specialità dell’8 jole F e insieme con le donne del famoso Circolo Canottieri Aniene  di Roma si classificano quarte assolute e Prime nella categoria master D (equipaggio: Lucia Buongiorno, Marina Landi, Mina Pedote, Adriana Tafani, Catia Margherini, Monica Turilli, Manuela Sponticchia, Marina Felsani). Al timone e dare i comandi il 37enne napoletano Gaetano Iannuzzi del Circolo canottieri Aniene e della nazionale di Canottaggio considerato uno dei più bravi d’Italia avendo partecipato e vinto moltissimi titoli nazionali e mondiali.

Tornando alla vittoria nel singolo, i primi metri di gara non fanno ben sperare per Santoro che invece dimostra esperienza, determinazione,  caparbietà e consapevolezza di una preparazione mirata e nei 500 mt finali con uno strepitoso serrate finale si conquista la medaglia d’oro. E’ emozionato Emiliano quando alza il pugno in aria in segno di vittoria guardando l’allenatore Coppola. Il suo è un percorso remiero lungo che alla fine ha portato la tanto sognata medaglia d’oro. Un oro indimenticabile che è arrivato premiando l’impegno, la costanza e l’amore infinito per questo magnifico sport.  “ Sentivo che potevo farcela , ho lavorato tanto, mi sono impegnato e adesso sono fiero dell’oro che porto al collo”, ha detto.

Antonio Coppola ha descritto così le affermazioni di Sabaudia: "Siamo un bel gruppo coeso dagli allievi ai master e questa è la nostra forza . Abbiamo ancora tanto da migliorare  ma mi sento ottimista . Stiamo crescendo ogni giorno, tanti piccoli si stanno avvicinando al canottaggio e abbiamo anche i risultati. La strada non è facile e ne siamo consapevoli, soprattutto quando le risorse non sono tantissime ma sento che la nostra determinazione e volontà ci porterà dei buoni risultati a tutti i livelli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi i ringraziamenti: "Un doveroso ringraziamento va a tutto il personale dei Vigili del Fuoco del comando di Brindisi, ed in particolare al funzionario degli Automezzi Sdac, Roberto Galluzzo, e al comandante ing. Carlo Federico che sostengono il nostro progetto e che contribuiscono alla crescita della squadra garantendo un supporto indispensabile e preziosissimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Triage casi sospetti senza struttura d'attesa: ambulanze bloccate

Torna su
BrindisiReport è in caricamento