Corlianò:"Non sarò più presidente"

BRINDISI - Antonio Corlianò è a fine mandato e tira la volata a Massimo Ferrarese. A pochi giorni dalla data di scadenza di tutte le cariche sociali e dalla riunione dei soci (fissata per il 23 ottobre) che decreterà il nuovo assetto dirigenziale, il presidente uscente gioca d'anticipo e in una intervista concessa alla collega Anna Saponaro annuncia che non ricoprirà più la carica e che al suo posto vedrebbe bene il quasi ex-presidente della Provincia, che così potrebbe garantirsi per i prossimi mesi di campagna elettorale un palcoscenico niente male, in grado di rimpiazzare quello istituzionale.

Antonio Corliano'

BRINDISI - Antonio Corlianò è a fine mandato e tira la volata a Massimo Ferrarese. A pochi giorni dalla data di scadenza di tutte le cariche sociali e dalla riunione dei soci (fissata per il 23 ottobre) che decreterà il nuovo assetto dirigenziale, il presidente uscente gioca d'anticipo e in una intervista concessa alla collega Anna Saponaro annuncia che non ricoprirà più la carica e che al suo posto vedrebbe bene il quasi ex-presidente della Provincia, che così potrebbe garantirsi per i prossimi mesi di campagna elettorale un palcoscenico niente male, in grado di rimpiazzare quello istituzionale.

Ecco le dichiarazioni rilasciate da Corlianò: «Come tutti sanno, la storia della mia famiglia è da sempre legata al basket. Questa mia passione è cresciuta ancora di più negli ultimi dieci anni, per il contagio che mi ha trasferito il patron Massimo Ferrarese. In questi anni di mia presidenza ho avuto tutte le soddisfazioni possibili che un presidente di una società sportiva possa auspicare. Ricordate tutti che ho iniziato con una società di B2 e oggi sono il presidente della New Basket Brindisi (sponsorizzata Enel) in A1. Ho dedicato sempre tantissime ore al giorno a questa società e, a differenza del passato, oggi sento il dovere di dedicare più tempo alla mia famiglia e al lavoro. Il 23 quindi dirò ai miei soci, con i quali ho avuto un rapporto fantastico, che purtroppo non potrò più svolgere questo importante ruolo che credo di aver ricoperto col massimo dell’impegno. Cosi come accade nelle aziende e nelle istituzioni, anche nello sport bisogna lasciare il passo a chi sente di poter profondere tutte le sue energie per una società cosi importante che, per continuare a mantenersi su alti livelli, ne ha bisogno».

Alla domanda della giornalista sul chi sia, per Corlianò, la persona più adatta a ricoprire il suo ruolo, la risposta è giunta senza dubbio alcuno: «Premesso che tutti i nostri attuali soci in virtù dell’esperienza maturata in questi anni sarebbero in grado di ricoprire questo importantissimo ruolo, credo che la persona più indicata, dato che tutto è partito da lui e con lui è continuato con ottimi risultati, maturando proprio domenica la vittoria numero 200 della sua gestione, sia il patron Massimo Ferrarese. Sicuramente nella sua vita ha dimostrato tantissime capacità di gestione e avendo liberato l’impegno istituzionale, potrà sicuramente compensarlo con il grande impegno sportivo. Per questo, credo proprio che Ferrarese sia la persona giusta dopo di me».

Qualcuno ci ha visto solo una sorta di ringraziamento. Qualcun altro una battuta che farà da apripista al ritorno di Ferrarese. Una cosa è certa: se la speranza-proposta di Corlianò dovesse tramutarsi in realtà, la New Basket avrebbe sulla maglietta lo sponsor Enel, e come presidente l'uomo che ha chiesto all'Enel 500 milioni di risarcimento. In altre città apparirebbe strano. A Brindisi forse no.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Incendio in un condominio, in salvo persone bloccate

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

  • Sorpreso in piazza con 21 grammi di cocaina: arrestato brindisino

  • Commedia per il cinema girata fra Cisternino e Ceglie Messapica

Torna su
BrindisiReport è in caricamento