Enel Brindisi battuta: la Coppa resta a Veroli che vince 68 a 58

SASSARI - La Prima Veroli spegne il sogno dell' Enel Brindisi di poter mettere un tassello alla storia della pallacanestro pugliese, portando a casa la Coppa Italia. Vince meritatamente con il punteggio di 68 a 58. E forse la chiave della partita è tutta qui: aver tenuto una squadra come quella brindisina ad una soglia di così pochi punti. Afik Nissim, Gatto e Rosselli sono gli uomini partita per i laziali. Nelle file brindisine ottima prova di capitan Cardinali insieme a Thomas e Radulovic.

Coach Perdichizzi

SASSARI - La Prima Veroli spegne il sogno dell' Enel Brindisi di poter mettere un tassello alla storia della pallacanestro pugliese, portando a casa la Coppa Italia. Vince meritatamente con il punteggio di 68 a 58. E forse la chiave della partita è tutta qui: aver tenuto una squadra come quella brindisina ad una soglia di così pochi punti. Afik Nissim, Gatto e Rosselli sono gli uomini partita per i laziali. Nelle file brindisine ottima prova di capitan Cardinali insieme a  Thomas e Radulovic.

Si comincia con la squadra di coach Perdichizzi che sembra riprendere da dove ha lasciato ieri sera: 9  a 2 per i salentini a pochi minuti dall'inizio della partita. Ma la Prima lavorando con pazienza cerca di non lasciar andare l'Enel e recupera il distacco. Difende bene su Crispin limitandone le iniziative e Nissim lascia già intravedere che stasera chi si "scontrerà" con  lui non avrà vita facile. Nonostante tutto Brindisi conclude il primo quarto in vantaggio di quattro punti.

Al rientro in campo Coach Perdichizzi ordina ai suoi uomini una zona 2 - 3 molto adattata che porta i difensori bassi a salire per aiutare sulle guardie e Veroli risponde con una difesa a uomo più dura.  Crispin, che realizza il suo primo canestro a poco più di un minuto dalla fine del quarto, è guardato a vista dai pari ruolo avversari. Inizio in equilibrio con i laziali che pareggiano. Ma quando la difesa dei salentini inizia a funzionare e le rotazioni chiudono bene le iniziative dei giocatori della Prima, Brindisi riesce a recuperare palloni importanti. Thomas e Radulovic sono padroni dell'area difensiva. Gioco equilibrato in attacco con Pinton  che legge bene la difesa avversaria e scarica buoni palloni sotto canestro. Brindisi va al riposo lungo in vantaggio di sette punti. Mentre Rowe vince la gara delle schiacciate i coach danno indicazioni alle proprie squadre.

Nel terzo quarto Veroli aumenta la pressione difensiva e Brindisi - che sicuramente paga anche tutto ciò che ha dato nella semifinale di ieri - inizia a subire. Perde palloni o arriva al tiro allo scadere non trovando conclusioni facili. Veroli dalla sua non spreca nulla ed ha in Gatto e Nissim la carica per recuperare. Crispin è pressato e raddoppiato. Radulovic,Cardinali e Thomas cercano di reagire. Pinton prova a far girare meglio la squadra in attacco e la partita resta in equilibrio.

L'ultimo quarto porta Veroli a tentare il tutto per tutto. Difesa ancora più pressante che non da modo ai giocatori brindisini di leggere facilmente cosa fare in attacco. Nonostante le difficoltà, Thomas continua a dominare a rimbalzo e Cardinali prende sulle spalle la squadra: buone iniziative in attacco e realizza canestri importanti. A quattro minuti dalla fine l'Enel è a meno 2. Ma le scelte offensive brindisine iniziano ad essere troppo veloci e troppo perimetrali. Veroli invece concretizza tutti gli errori degli avversari e "scappa" a più nove. Fasi concitate da ambedue le parti e mentre Brindisi si appresta a fare la rimessa, nel PalaSerradimigni cala il buio. Manca un minuto e mezzo, ma si dovrà aspettare una quindicina di minuti prima di riprendere a giocare. Quando si ricomincia i salentini non riescono a realizzare e tentano di fermare il cronometro facendo fallo sistematico. Veroli però non sbaglia i tiri liberi e la partita finisce con la panchina della Prima che, al fischio della sirena, è tutta in campo. Veroli conserva il titolo conquistato l' anno scorso. A Coach Perdichizzi ed ai suoi giocatori resta un po’ di amaro in bocca per l'occasione sprecata,ma la squadra ha fatto comunque una buon risultato dando la possibilità alla società ed al proprio pubblico di poter partecipare ad un evento così importante. Ora bisogna ributtarsi sull'obiettivo campionato. Recuperare al più presto le forze e magari provare ad arrivare al massimo traguardo nel minor tempo possibile.

TABELLINO

Prima Veroli: Draper 7, Rossi 3, Gatto15, Simeoli, Rosselli 10, Plumari, Nissim 20, Gigena 5, Foiera 2, Fall, Hines 6. Allenatore: Cancellieri

Enel Brindisi: Radulovic 11, Crispin 6, Crispin 4, Infante 6, Cardinali 16, Vorzillo, Malagoli, Bryan 1, Coviello, Thomas 14.  Allenatore: Perdichizzi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parziali: 10/14 - 21/28 - 45/44 - 68/58

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

Torna su
BrindisiReport è in caricamento