Futura: tre giorni di ritardo, tre punti persi

BRINDISI - Dopo la pausa natalizia, la Futura Basket si prepara a scendere di nuovo in campo. Lo fa con la grinta e la determinazione di sempre, quelle stesse che le hanno consentito di militare in questo campionato femminile nazionale di A2, portando in alto i colori della pallacanestro rosa.

Salvatore Ranieri

BRINDISI - Dopo la pausa natalizia, la Futura Basket si prepara a scendere di nuovo in campo. Lo fa con la grinta e la determinazione di sempre, quelle stesse che le hanno consentito di militare in questo campionato femminile nazionale di A2, portando in alto i colori della pallacanestro rosa. Da un primo bilancio, sulla base delle partite giocate, delle vittorie e delle sconfitte, risulta che il gioco delle ragazze di coach Santini è stato altalenante e anche un po' sfortunato visto gli infortuni di alcune giocatrici.

Certo, il colpo di grazia lo ha dato anche la penalizzazione di tre punti in classifica per il ritardo di alcuni pagamenti che avrebbe fatto così scalare la squadra brindisina dalla terza alla quinta posizione in classifica. È evidente che la Futura non sta correndo in discesa, ma questo non abbatte un alcun modo dirigenti, tecnici e giocatrici che continuano ad essere convinti di voler volare in alto e si mostrano sempre più ambiziosi.

Ecco, in esclusiva l'intervista a BrindisiReport.it del presidente Salvatore Ranieri che ha tracciato un primo bilancio sul campionato, rivelando anche i futuri progetti della squadra.

Attualmente siete in quinta posizione in classifica: nove partite giocate di cui cinque vinte e quattro perse. Le sconfitte sono arrivate sempre in trasferta, a parte l'ultima in casa contro il Gruppo Lpa Irpino. In base a questo, come commenta la situazione? Come sta andando secondo lei il campionato?

Secondo i fatti, è chiaro che il nostro percorso segna alti e bassi. Una cosa è certa: vogliamo vincere questa battaglia difficile tutti insieme e abbiamo tutte le carte in regola per farlo. Le nostre ragazze sono fantastiche, serie, competenti e valide quindi, nonostante le sconfitte, faremo di tutto per andare ai playoff. Sarà necessario non perdere le ultime tre partite che restano , sperando anche in un passo falso delle squadre avversarie. Possiamo farcela.

Il 16 novembre scorso, nella partita contro l'Olympia Catania dopo pochi minuti di gioco, avete dovuto fare a meno di Laura Perseu che, a causa di un brutto infortunio alla volta plantare del piede, è stata costretta ad abbandonare la partita. Non è ancora rientrata. Oggi, quanto pensa che questo abbia avuto un peso nello svolgimento del campionato?

L'infortunio di Laura ci ha penalizzato molto. Del resto, la squadra è stata messa in piedi proprio con l'intento di avere in campo una guardia di un certo livello. Per quanto le altre ragazze si siano date un gran da fare per tamponare questa assenza, i canestri messi a segno e i suoi punti ci sono mancati molto. In ogni caso, adesso lei sta meglio, speriamo possa rientrare il prima possibile. Stiamo aspettando il responso dei medici e il loro via per rivederla giocare.

Girava voce che la quinta posizione in classifica è frutto di una penalizzazione di tre punti in classifica, pare dovuta al ritardo di alcuni pagamenti. É vero? Cosa é successo?

Si tratta di un ritardo di pagamento della rata Nas che avremmo dovuto versare attraverso la Federazione nelle casse delle società sportive che ci hanno dato in prestito alcune giocatrici. Secondo la legge, allo scadere del tempo, vengono messe in atto diverse penalizzazioni dipende dal tempo che passa, é prevista anche l'espulsione. Per ciò che riguarda noi, abbiamo ritardato di tre giorni perdendo tre punti in classifica, ma in ogni caso, non abbiamo danneggiato nessuno quindi andiamo avanti, senza alcun problema, a testa alta.

Dopo la pausa per le vacanze natalizie, il campionato riprenderà il prossimo 11 gennaio. Giocherete sul parquet del PalaSilvestri contro la Salerno Basket '92. Come pensa sarà la partita?

La Salerno Basket é una squadra assolutamente alla nostra portata. All'andata li abbiamo battuti, loro perciò, cercheranno la rivincita. Ripeto, la nostra é una squadra di altissima qualità, non abbiamo nulla da temere: se giochiamo con la testa e senza farci prendere da un panico accecante, non ce n'é per nessuno.

Insomma, avendo fatto un primo bilancio di questo campionato e considerato che dallo scorso 1 gennaio, Brindisi é Città Europea dello Sport, quali sono i vostri progetti futuri?

I progetti della Futura sono legati alle scelte della città di Brindisi. Noi cerchiamo i fatti perché spesso, come tutti sappiamo, non bastano le promesse. Vedremo cosa accadrà, vedremo se ci sarà qualcuno che vorrà sostenerci fattivamente. Intanto pensiamo a finire questo campionato, prima di iniziare a parlare di quello che faremo. É sempre meglio camminare piano e con i piedi per terra.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Riceve la cocaina e la nasconde negli slip: i carabinieri lo bloccano

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento