Galigani: "Non è questo il vero Brindisi. Ne parleremo serenamente"

MATERA – “Non è certamente questo il vero Brindisi. A parte gli errori arbitrali, dobbiamo avere l’umiltà di ammettere le nostre responsabilità in merito a questa sconfitta”. Vittorio Galigani, presidente del Football Brindisi, è amareggiato per il primo stop stagionale del suo Brindisi. Ma la sconfitta non lo abbatte. Da vecchio leone dei campi di calcio e della vita sa bene che da una caduta si trova sempre l’energia giusta per rialzarsi e ricominciare. Soprattutto quando la qualità c’è.

Vittorio Galigani (Foto V. Massagli)

MATERA – “Non è certamente questo il vero Brindisi. A parte gli errori arbitrali, dobbiamo avere l’umiltà di ammettere le nostre responsabilità in merito a questa sconfitta”. Vittorio Galigani, presidente del Football Brindisi, è amareggiato per il primo stop stagionale del suo Brindisi. Ma la sconfitta non lo abbatte. Da vecchio leone dei campi di calcio e della vita sa bene che da una caduta si trova sempre l’energia giusta per rialzarsi e ricominciare. Soprattutto quando la qualità c’è.

Il Brindisi visto a Matera, indubbiamente, non è stato il solito. “Abbiamo concesso un intero primo tempo agli avversari – ammette Galigani -. E questo è stato causato dal cattivo approccio che abbiamo avuto con la gara. Sul primo rigore paghiamo una nostra ingenuità che abbiamo dimostrato (l’ingenuità; ndr) ancora di più dopo il secondo rigore concesso con grande generosità dal direttore di gara”.

Ed a proposito dell’arbitro: “Sappiamo bene che in questa categoria gli arbitri non entusiasmano per qualità”. E l’ingenuità: “Dopo il secondo rigore dagli uomini di maggiore esperienza ci si attendeva che non perdessero la testa”. Troppi cartellini gialli, infortuni, l’espulsione di Moscelli. Dice il presidente: “Tutto questo ci mette in una situazione non proprio buona. In settimana parleremo con i ragazzi. Sarà necessario parlare con grande serenità, analizzare gli errori e ripartire per mantenere inalterata la prima posizione in classifica. Torno a dire che questo visto a Matera non è il vero Brindisi”.

I biancazzurri, nonostante la sconfitta, hanno mantenuto il primo posto in classifica con un punto di vantaggio sul Neapolis, che domenica sbarca al Fanuzzi, e sul Latina. Una giornata storta non solo per il risultato. Ammonito Piro, che è diffidato, e quindi salterà la prossima gara; espulso Moscelli ed anche lui non ci sarà domenica; ammoniti Pizzolla e Marconato; infortunati Cejas e Fruci che si aggiungono a Taurino già fermo per problemi alla caviglia sinistra.

Per quanto riguarda Cejas, che ha ricevuto una forte botta al torace, sottoposto ad accertamenti, è stato escluso che abbia subìto danni importanti: solo una forte contusione. Per Fruci c’è stato il riacutizzarsi del problema muscolare all’inguine.

Risultati della sesta giornata

Catanzaro –Vibonese 2-4

Fondi – Avellino 1-0

Isola Liri – Campobasso 1-0

Matera – Brindisi 2-0

Melfi – Milazzo 1-1

Neapolis – Vigor Lamezia 1-1

Pomezia – Latina 0-0

Trapani – Aversa 0-0

La classifica

Brindisi 13

Neapolis 12

Latina 11

Melfi 11

Pomezia 10

Trapani 10

Matera 9

Aversa 9

Avellino 8

V. Lamezia 8

Fondi 6

Vibonese 6

Isola Liri 5

Campobasso 2

Catanzaro 2

Milazzo 2

La prossima

Avellino – Pomezia

Aversa – Fondi

Brindisi – Neapolis

Campobasso – Trapani

Latina – Melfi

Milazzo – Isola Liri

Vibonese – Matera

V. Lamezia - Catanzaro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

  • “Bomba, se esplode città in sicurezza”. Scuole chiuse sabato e lunedì

Torna su
BrindisiReport è in caricamento