Galigani: "Prova di carattere della squadra. Presto gli ultimi movimenti"

BRINDISI – Non si perde un solo istante nel Brindisi. Si è in ritardo con la preparazione e domenica non è più Coppa Italia. Da domenica iniziano le partite che contano. Bisogna lavorare per cercare di arrivare pronti con le gambe e anche con la mente a novanta minuti di gioco molto tirati. Da questa mattina si è aggregato al gruppo l’attaccante Fabio Ceccarelli. Anche lui non è al top della condizione anche se domenica ha giocato con una squadra minore del Cosenza, giusto per mantenere la condizione atletica in vista del trasferimento a Brindisi che ormai era quasi certo. La campagna acquisti del Football Brindisi non è però conclusa. E nemmeno quella di trasferimento. Battisti, Mortelliti, Montella, Minopoli, non rientrano nei programmi della società e si sta cercando di collocarli altrove.

La formazione del Brindisi scesa in campo contro il Matera

BRINDISI – Non si perde un solo istante nel Brindisi. Si è in ritardo con la preparazione e domenica non è più Coppa Italia. Da domenica iniziano le partite che contano. Bisogna lavorare per cercare di arrivare pronti con le gambe e anche con la mente a novanta minuti di gioco molto tirati. Da questa mattina si è aggregato al gruppo l’attaccante Fabio Ceccarelli. Anche lui non è al top della condizione anche se domenica ha giocato con una squadra minore del Cosenza, giusto per mantenere la condizione atletica in vista del trasferimento a Brindisi che ormai era quasi certo. La campagna acquisti del Football Brindisi non è però conclusa. E nemmeno quella di trasferimento. Battisti, Mortelliti, Montella, Minopoli, non rientrano nei programmi della società e si sta cercando di collocarli altrove.

“In settimana – dice il presidente Vittorio Galigani – l’allenatore mi farà uno specchio più nitido di quelle che sono le nostre necessità e vedremo dove intervenire. Presumibilmente a centrocampo servirà un completamento della rosa che si attesterà su ventisette elementi compresi i portieri”. Galigani è soddisfatto della partita giocata contro il Matera, seconda prestazione stagionale del Brindisi ricostruito quasi totalmente rispetto alla passata stagione targata Barretta. “Il mio giudizio – chiarisce Galigani – è positivo per quanto riguarda la concentrazione e la determinazione. E’ un gruppo che sta lavorando molto bene e quindi va il mio riconoscimento al lavoro di Florimbj e dei ragazzi, che stanno lavorando in tanti e questo rende le cose ancora più complesse. Si lavora in armonia. Speriamo di continuare così, con questa armonia e con la voglia di far bene che si è vista nella partita con il Matera”.

Il Brindisi, comunque, ha vinto ed è già una buona cosa. “Il risultato – aggiunge Galigani - è solo fine a se stesso. Fa piacere perché il coronamento di una bella prestazione, di carattere, con un grandissimo gol di Cejas”. Adriano Cadregari, allenatore del Matera, ha definito il Brindisi una squadra importante, con giocatori di spessore. “Mi meraviglio – ha detto il tecnico della squadra lucana – come giocatori del livello del portiere Marconato, di Cejas, di Moscelli e di altri di cui non mi viene il nome possano giocare in Seconda divisione”. “Noi abbiamo allestito una squadra con giovani promettenti e giocatori importanti – chiosa il presidente del Football Brindisi -. Sono contento che questo riconoscimento ci venga da un tecnico di esperienza qual è Cadregari. D’altro canto, nessuno può mettere in dubbio le qualità di Marconato, di Cejas, di Moscelli, di Alessandrì, di Ceccareli, di La Rosa, di Taurino, tanto per citare qualcuno dei nostri senior, chiamiamoli così per distinguerli dai più giovani”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I più giovani che non sono certamente da meno. Ottima impressione hanno fatto Piro, Maiorino, Matarazzo. Bene anche Coduti e Fruci, la coppia di terzini. E non è ancora entrato in squadra Idda, terzino giovanissimo con alle spalle già due stagioni nel Brindisi, fermo per un infortunio dal quale ha recuperato, ma ora è in ritardo con la preparazione. Oggi, dunque, si è tornati al lavoro. Meno duro per chi ha giocato. Il programma di lavoro prevede una doppia giornata di lavoro per domani, quindi rifinitura sabato mattina e subito dopo il pranzo partenza per Isola Liri, dove il Brindisi esordirà in questo campionato. “Noi speriamo di tornare con un buon risultato – conclude il presidente Galigani – e sono più che certo che i ragazzi ce la metteranno tutta pur di conquistare un risultato importante da dedicare soprattutto ai tifosi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Spaventoso incidente sulla strada provinciale: due persone ferite

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento