Goss e Moore concedono all'Enel Brindisi l'ultima chance di Venezia

Ci vorrebbe un vero miracolo anche alla prossima e ultima partita, quella proibitiva in casa della Reyer Venezia, per entrare definitivamente nei play off. Intanto stasera l'Enel Brindisi soffia l'ottavo posto alla Betaland Capo d'Orlando con un 87 a 75

BRINDISI – Ci vorrebbe un vero miracolo anche alla prossima e ultima partita, quella proibitiva in casa della Reyer Venezia, per entrare definitivamente nei play off. Intanto stasera l’Enel Brindisi soffia l’ottavo posto alla Betaland Capo d’Orlando con un 87 a 75 che annulla abbondantemente l’handicap di 4 punti della sconfitta della partita di andata grazie a Phil Goss, santo subito, e al suo profeta Nic Moore.

I brindisini stavano per soccombere alla impetuosa rimonta dei siciliani, risorti dopo la crisi difensiva dei primi due quarti, quando Romeo Sacchetti ha deciso di affidare all’americano del Maryland la missione del rilancio della candidatura della squadra alla griglia delle prime otto. E Goss rivitalizza l’Enel, mentre Moore riprende a perforare la difesa della Betaland, la quarta del campionato, che dopo la pausa lunga era tornata all’altezza della propria fama.  

Ma Nic Moore è anche il miglior tiratore da tre punti del campionato, e infila quattro tiri da fuori su sette, incluso quello che tramortisce definitivamente gli ospiti, accompagnato da due schiacciate di M’Baye che cresce al momento giusto, confermando tutto il peso della propria fisicità che si accompagna a mani da giocoliere.

PalaPentassuglia in visibilio dopo lo spavento provocato della Betaland, guidata da Ivanovic e Kikowsky, che erano riusciti a ridurre a soli tre punti il vantaggio dei brindisini che aveva toccato anche quota 16, obbligando il pubblico a meditare sulla dura legge della matematica della classifica avulsa. E’ stata dunque una bella partita, incerta malgrado il citato vantaggio massimo, che rispecchia esattamente questo finale di stagione dove molte cose si decideranno all’ultimo turno la prossima settimana, senza parlare poi della roulette degli stessi play-off.

Enel “americana” contro la Betaland “europea” del bravo Gennaro Di Carlo, che dopo aver assistito allo sgretolarsi della sua difesa, nel corso della pausa lunga ha saputo registrarla a dovere, bloccando le incursioni dell’Enel e recuperando terreno, tanto da costringere il roster di Sacchetti a giocare l’ultimo quarto con addosso la pressione di quei quattro punti di handicap da annullare a tutti i costi.

L’uomo dai nervi d’acciaio e dal coraggio di osare è stato Phil Goss, e questo introduce un altro tema dell’incontro: non bisogna dimenticare che la Betaland è giunta Brindisi gravata da varie assenze importanti per infortuni. Basta controllare la differenza dei punti segnati dalla banchina dei padroni di casa e quelli della panchina siciliana. Di Carlo alla vigilia non si era lamentato di ciò, ma alla fine dei conti queste indisponibilità in campo hanno contribuito a fare la differenza.

Stasera l’Enel non ha giocato, complessivamente, la migliore partita di questa stagione. Dovrà farlo invece a Venezia. La Betaland, appaiata a 28 punti, riceverà in casa una Consultinvest Pesaro ormai senza ormai quasi nulla da dire, dato il penultimo posto. Ma non bisogna pensare a questo: la squadra di Sacchetti deve mantenere concentrazione, determinazione e aggressività come nei primi due quarti dell’incontro di stasera, quando dopo le incertezze dell’avvio ha giocato molto bene in difesa ed è stata veloce nel contrattacco e micidiale nella percentuale di tiro.

Enel Basket Brindisi-Betaland Capo d’Orlando: 87-75 (23-21, 29-20, 15-18, 20-16)

Enel Brindisi: Samuels 7, Scott 12, Carter 13, Goss 10, Cardillo, Moore 16, M’Baye 14, Joseph, 9 Spanghero 6, Sgobba ne, Miccoli ne, Donzelli ne. Allenatore Romeo sacchetti
Betaland CdO: Tepic 6, Iannuzzi 5, Laquintana 2, Nicevic 2, Delas 10, Diener 12, Kikowski 20, Ivanovic 18, Berzins, Galipò ne, Donda ne. Allenatore Gennaro Di Carlo

Arbitri: Roberto Begnis, Gabriele Bettini, Michele Rossi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento