Happy Casa forza cinque: al PalaPentassuglia cade anche Pistoia

La New Basket Brindisi si impone sulla Oriora Pistoia (80-70) conquistando la quinta vittoria consecutiva. Venerdì prossimo, quarti di finale delle Final Eight contro Avellino

BRINDISI - E sono cinque. La Happy Casa Brindisi batte in scioltezza anche Pistoia (80-70), conquistando la quinta vittoria consecutiva. Si tratta di una vittoria preziosissima, perché consente al roster di coach Vitucci di difendere il terzo posto (in coabitazione con Avellino e Cremona) e di aumentare a sei i punti di vantaggio sul nono posto.

Reduce da quattro sconfitte consecutive sul campo (il ko rimediato domenica scorsa contro Milano è stato commutato in una vittoria a tavolino per 20-0) Pistoia, fanalino di coda del torneo, nel primo tempo ha tentato di restare in partita, rispondendo ai tentativi di fuga di una New Basket che, ad eccezione di un avvio un po' troppo soft, ha sempre gestito la gara. Nel secondo tempo, non c'è stata più storia.  Trascinata dal miglior Chappell della stagione (21 punti, 3/5 da due, 4/7 da tre) e da un Brown (23, 11/19 da due), tanto per cambiare, da otto in paggella, Brindisi ha preso definitivamente il sopravvento sugli avversari. 

Vitucci per ampi tratti della partita si è persino concesso il lusso di lasciare in panchina i big Moraschini (4, 1/4), Banks (8, 0/1, 2/6 da tre) e Brown, senza ripercussioni. Anche gli outsider Zanelli e Rush, infatti, hanno dato il loro contributo. Indicazioni positive sono arrivate pure da Walker (10, 3/4, 1/5 da tre). 

La Happy Casa adesso potrà preparare nel migliore dei modi la settimana delle Final Eight di Coppa Italia. Venerdì prossimo (15 febbraio), alle ore 20,45 (diretta Eurosport 2 e RayPlay) Banks & co. saranno in scena al Mandela Forum di Firenze, contro Avellino, in un match valevole per i quarti di finale. Poi ci sarà un'ulteriore pausa del campionato dovuta all'impegno della nazionale nelle qualificazioni ai mondiali.Il prossimo impegno in Serie A è in programma il 4 marzo, a Cantù. 

Primo quarto

Brindisi parte con Banks, Brown, Gaffney, Moraschini, Chappel. Pistoia risponde con Johnson, Peak, Krubally, Auda, Mesicek.

Nei primi minuti si va a segno con il conta gocce. Brindisi, dopo una lunga trafila di banali errori sotto canestro, si sblocca solo al 4’ con Brown. In quello stesso arco temporale, gli ospiti avevano realizzato appena quattro punti. Una volta rotto il ghiaccio, i biancazzurri centrano il bersaglio con maggiore regolarità e sorpassano gli avversari (9-6 al 6’). Brown (13 punti nel primo quarto), sempre presente sotto le plance, è il catalizzatore della manovra, con Moraschini in cabina di regia. Alla fine del periodo, i padroni di casa sono avanti di sei (18-12).

Secondo quarto

L’inerzia pende dalla parte della New Basket anche in avvio di secondo quarto. Vitucci fa rifiatare Moraschini e Brown, gettando nella mischia Zanelli e Walker. Le rotazioni non frenano la Stella del Sud, anche perché in campo c’è Banks. Al 13’, il vantaggio sale a otto punti (27-19).

Al 14’, la terna fischia un tecnico alla panchina di coach Ramagli. Brindisi capitalizza al massimo questa situazione di gioco, volando sul più 10 (31-21). Artefice dell’allungo il solito Banks, con una tripla. Gli ospiti però rispondono al tentativo di fuga della Happy Casa con un break che li riporta a un possesso da Brindisi (33-30). Fra le file dei toscani il più in palla è il play Johnson. Sul fronte opposto, Chappel sale in cattedra al 18’, con la tripla che ristabilisce un margine di 8 punti. Poi uno scatenato Brown va a segno per tre volte di fila, trascinando la squadra sul più 14 (44-30): stesso vantaggio con cui si chiude il primo tempo (46-31).

Terzo Quarto

La Happy casa continua a macinare punti anche in avvio di terzo quarto, andando sul più 20 (52-31). Come già accaduto nel primo tempo, non appena Brindisi cerca di prendere il largo Pistoia si rifa viva, accorciando, di poco, le distanze. Ma Brindisi ha saldamente in mano le redini del match e al 26' torna sul più 20 (59-39). Un ispirato Chapppell, approfittando anche della blanda difesa biancorossa, mette in mostra le sue notevoli qualità da tiratore. Alla finee del periodo, i due team sono separati da 17 punti (68-51).

Ultimo quarto

Nel terzo periodo non c'è partita. Pistoia alza bandiera bianca. Brindisi, sulle ali dell'entusiasmo, gestisce il più che rassicurante vantaggio. Alla fine gli ospiti riescono anche a rosicchiare qualche punto, chiudedo con un onorevole - 10 (80-70). 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento