Happy Casa, rimonta da urlo: Venezia al tappeto, playoff più vicini

Con un break di 18-0 nell'ultimo periodo, Brindisi surclassa Venezia, che aveva toccato il massimo vantaggio di 14 punti

BRINDISI - Con un break di 18-0 la Happy Casa Brindisi resuscita e conquista una vittoria da urlo. Ennesima impresa dei biancazzurri, che superano in rimonta (71-65) l'Umana Reyer Venezia, seconda  forza del campionato, conquistando due punti preziosissimi in ottica playoff, a cinque giornate dalla fine della regular season. 

La partita è stata schizzofrenica. A tratti si è vista una delle peggiori New Basket della stagione. Basti pensare al pessimo approccio alla partita di Banks &. co, che hanno regalato il primo quarto a Venezia, per poi riprendersi nel secondo periodo, arrivando all'intervallo lungo con un solo punto di distacco. Nel terzo tempo il roster di coach Vitucci, colto da un blackout, va sotto di 14 lunghezze. A quel punto la gara sembrava ormai andata. Ma nell'ultimo quarto, con una reazione straordinaria, Brindisi piazza quel parziale da ko.

La metamorfosi biancazzurra è figlia in buona parte alla prova di Banks, che dorme per i primi tre quarti e si scatena nell'ultimo periodo, mettendo a segno 11 dei 12 punti con cui ha chiuso il match. Fondamentale anche la spinta degli outsider Wojciechowski (14 punti, 6/9 da due, 2/2 da 3) e Gaffney (7, 2/4, 1/2), più volte criticati in passato per delle prestazioni poco esaltanti, ma oggi, al pari anche di Zanelli e Moraschini, splendidi protagonisti di una vittoria da sogno. 

Primo quarto

Brindisi parte con Banks, Brown, Gaffney, Moraschini, Chappell. Venezia risponde con Haynes, Bramos, Tonut, Daye, Watt. La Happy Casa ha un approccio molle. La fisicità dell’Umana mette in difficoltà i biancazzurri, che in attacco si affidano quasi esclusivamente a un ispirato Brown.  Al 7’, Venezia, dominante sotto le plance, è avanti di nove (10-19). All’8’ viene fischiato un tecnico a coach Vitucci. Dalla distanza Venezia è implacabile. Al 9’, Tonut realizza la tripla del  10 (12-22). Alla fine del quarto, Brindisi è sotto di 8 /16-24). 

Secondo quarto

Le distanze calano ulteriormente dopo due giri di lancette dall’inizio del terzo periodo, quando Moraschini entra in partita con la tripla che riporta Brindisi a un possesso dai lagunari (21-24). La Stella del Sud aumenta i ritmi, con Zanelli che si alterna a Banks in cabina di regia e un Chappell sempre nel vivo del gioco. Al 15’, con un canestro di Wojciechowski, Brindisi agguanta l’Umana (30-30). Al 16’, Brindisi mette la freccia con Moraschini (32-30). Dopo la rimonta, il match si incanala sui binari dell’equilibrio. All’intervallo lungo, gli ospiti sono avanti di uno (36-37).

Terzo quarto

Al rientro in campo, Brindisi accusa un calo che favorisce un minibreak di Venezia (36-42 al 22'). I biancazzurri non difendono con la dovuta intensità, concedendo facili tiri dalla distanza a Venezia, che al 25' è avanti di otto (40-48). Poi Haynes, con l'ennesima tripla subita da Brindisi, fa volare Venezia sul + 10 (41-51). Brindisi in attacco si blocca. Venezia ne approfitta continuando a rimpinguare il suo vantaggio (41-55). Dopo 4 miniti a secco di punti, la New Basket si rifa viva al 38' con una tripla di Rush. Nell''azione successiva, anche Gaffney va a segno dalla lunga distanza, riportando il deficit a 10 lunghezze (47-57). Grazie a una schiacciata dello stesso Gaffney, si va all'ultimo periodo sul 49-58.

Ultimo quarto

Brindisi tenta di riaprire la partita più con la forza della disperazione, che con azioni ragionate. Ma Venezia continua a gestire a suo piacimento le danze. Banks ci mette la zampata al 34', con il canestro che riaccende la speranza del PalaPentassuglia (55-61). Il play americano, destatosi da torpore, poco dopo realizza anche il canestro che riapre la contesa (57-61 al 35'). Al 36', con un 2 su 2 dalla lunetta di Wojciechowski, Brindisi si porta a uno solo possesso (59-61). Uno scatenato Banks al 27' corona la rimonta (61-61). 

Venezia è in bambola. Stordita dalla rimonta biancazzurra, subisce anche la tripla di Zanelli, che sancisce un break di 15-0. I padroni di casa sono di nuovo in vantaggio (64-61) e continuano a macinare punti (67-61 al 38') con un Banks incontenibile. La Happy Casa a 46 secondi dalla fine da anche spettacolo, con una schiacciata al volo di Wojciechowski, servito da Banks (69-63). Quest'ultimo, a 41 secondi dalla fine, freddo dalla lunetta, sposta il punteggio sul 71-63. La partita finisce qui. Al PalaPentassuglia si festeggia una vittoria di importanza straordinaria in ottica playoff. Domenica prossima, Brindisi farà visita a Bologna. 

Intanto la New Basket Brindisi torna sul mercato per arruolare un play guardia americano,in attesa del completo recupero di Walker. Sempre in tema di infortunati, Clark ancora non è al meglio e in settimana  sarà sottoposto a nuovi accertamenti per consentire una valutazione definitiva circa la possibilità che possa essere utilizzabile per i playoff.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Crociere, welcome ai turisti: 224mila euro per accoglienza e infopoint

  • settimana

    ln laboratorio si costruisce l'ulivo che resisterà alla Xylella

  • Cronaca

    Tre tonnellate di murici e piedi capra "clandestini" sul Tir dei mitili

  • Cronaca

    Lottizzazione abusiva sul ciglio di una "lama": denuncia e sequestro

I più letti della settimana

  • Buco nel muro per rapinare le Poste: ma li aspettavano i carabinieri

  • Assalto armato al supermercato Eurospin: caccia a due banditi

  • "Hanno fatto bene a Foggia che vi hanno sparato": denunciato per vilipendio

  • Aveva pistola, droga e banconote false: arrestato nel parcheggio Auchan

  • Comune di Brindisi, previste 58 assunzioni a tempo indeterminato

  • Auto travolge ciclista sul marciapiede: tre feriti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento