Happy Casa Brindisi ritrova la difesa e castiga un'altra grande

Cosa c'è dietro la vittoria contro Venezia dopo quella contro Milano, e le due debacle in campionato e coppa

Le Foto della partita sono di Vito Massagli

BRINDISI - Quando l ‘arbitro Carmelo Paternicò ha alzato la palla a due e Tyler Stone (203 centimetri) ha conquistato palla su Vidmar Gasper (210 centimetri), si è capito che era scesa in campo un’altra Happy Casa, non quella “under 100” punti subiti nelle ultime partite che aveva smarrito la strada della difesa, ma la formazione che si era fatta sempre ammirare per i risultati conseguiti grazie alla compattezza del gruppo, alla sua solidità fisica e mentale.

L’atteggiamento era cambiato rispetto alle ultime prestazioni ed era quello giusto per affrontare i campioni d’Italia della Reyer, con la speranza di ottenere un’altra vittoria prestigiosa. E la partenza bruciante della squadra di coach Vitucci ha trovato impreparata la formazione della Reyer Venezia dei campioni d’Italia, dal roster più lungo e grande qualità, tanto da restare inchiodata e ferma per i primi 3 minuti di gioco al solo canestro realizzato da Vidmar Gasper (8 a 2 per Happy Casa).

Il segnale era quello giusto

Ci sono voluti ancora pochi minuti di partita per confermare che il primo segnale dalla palla a due in poi era quello giusto. La squadra e la sua miglior difesa erano ricomparsi giusto in tempo per affrontare Reyer Venezia nel migliore dei modi e che coach Vitucci ed il suo staff, nonostante il poco tempo a disposizione dopo il ritorno dalla trasferta di Dijon, avevano saputo rimettere a posto la necessaria condizione fisica e mentale, presupposti indispensabili per affrontare una partita molto difficile.

Così per tutto il primo tempo Reyer Venezia è stata contrastata con pieno merito dalla difesa di Happy Casa, con Stone, Martin e Brown a lottare sotto i tabelloni, tanto da essere stata costretta a chiudere il primo quarto con soli 17 punti ed il secondo con 13 punti all’attivo. Un vero primato per la difesa brindisina se si considerano i pesanti parziali subiti nelle recenti partite. In questa circostanza Happy Casa, ha ottenuto anche vantaggi consistenti che hanno raggiunto il massimo di +17 (39-22) a qualche minuto dalla fine del primo tempo.

happy casa brindisi - reyer venezia 3nov2019 - 4-2

Adrian Banks top scorer del campionato

Con i 21 punti realizzati contro Reyer Venezia (3/5 da 2 punti e 5/10 da 3 punti), Adrian Banks è il miglior realizzatore del campionato con una media di 20.6 punti partita, ed ha superato Josh Mayo di Varese fermo a 19.8, ma è anche il primo della graduatoria come migliore valutazione individuale di 24.7 e per falli subiti di 6.1 a partita, oltre a vantare una media di 88.6 nei tiri liberi.

Non bastano i numeri, tuttavia, a valutare ciò che Adrian Banks rappresenta per Happy Casa Brindisi e per la tifoseria. Banks è il vero “capitano”, un credibile allenatore in campo a cui coach Vitucci assegna la massima fiducia e responsabilità, perché rappresenta la effettiva anima della squadra a cui conferisce la sostanza della sua classe, della sua esperienza e dei suoi punti.

Anche contro Venezia Adrian Banks è stato in campo per 37 minuti a dettare ritmi di gioco alla squadra e realizzare canestri importanti, nonostante coach De Raffaele avesse tentato di limitarlo affidandolo a Jeremy Chappell, che da ex compagno di squadra avrebbe potuto meglio marcarlo, senza però ottenere un risultato positivo.

Italiani brava gente

Coach Vitucci non ha esitato a chiamare in campo Raphael Gaspardo e Alessandro Zanelli e concedergli la massima fiducia. Gaspardo, subentrato a Stone già con 2 falli a carico, si è inserito con autorità nel quintetto assumendo un ruolo decisivo in difesa ed in attacco. Finirà la partita con uno score personale di 12 punti realizzati in 15 minuti di presenza in campo, con 3/5 da 2 punti e 2/4 da 3 punti e 6 rimbalzi catturati. E’ rimasto poi per troppo tempo in panchina (coach Vitucci avrà avuto le sue brave ragioni!) prima di rientrare nel secondo tempo e dare il suo contributo alla prestigiosa vittoria contro Venezia.

Alessandro Zanelli ha rilevato Darius Thompson nella fase in cui il giocatore americano era sembrato fuori dai giochi di squadra. Zanelli ha ben guidato la squadra ed è rimasto in campo 22 minuti durante i quali ha realizzato 10 punti (2/5 da 3 e 4/4 ai liberi). Per coach Vitucci e per la squadra Zanelli è ormai una realtà consolidata che merita il giusto minutaggio e la fiducia incondizionata del gruppo. Anche Luca Campogrande ha fatto la sua brava parte sia pure in quei 6 minuti di gioco in cui è rimato in campo, e non ha più avuto spazio considerato l’andamento della partita

happy casa brindisi - reyer venezia 3nov2019 - 3-2

Svolta firmata Darius Thompson

E quando sembrava che Venezia potesse concludere la rincorsa, avvicinandosi a - 3 al risultato (68-65), è salito in cattedra Darius Thompson che in poco più di 2 minuti e mezzo ha ripristinato il vantaggio in favore di Happy Casa Brindisi, mettendo la sua firma autentica su una vittoria straordinaria che fino a quel momento il “gruppo” aveva saputo costruire con una prestazione eccellente. Il play-guardia americano fin a quel minuto aveva vissuto ai margini della partita che aveva visto protagonisti i suoi compagni di squadra da Adrian Banks a Raphael Gaspardo, da Alessandro Zanelli, a John Brown ma è uscito dall’anonimato nel momento cruciale con 2 minuti e mezzo da grande protagonista.

Thompson ha firmato un canestro da 3 punti da 8 metri, seguito da un canestro da 2 punti e da due falli subiti che hanno procurato altri 2 punti (2/2) e concluso un parziale di 7 a 0 da applausi, con un vantaggio di 10 punti a quel punto ormai inattaccabile (75-65) che ha reso vano ogni altro tentativo della squadra di coach De Raffaele di rientrare in partita.  Thompson ha poi svolto un’ottima difesa nel finale quando coach Vitucci lo ha chiamato a contenere Andrea De Nicolao che stava guidando la rimonta della Reyer.

 Il PalaPentassuglia riapre mercoledì per la Champions League

Happy Casa Brindisi ritorna in campo mercoledì 6 novembre, per la partita di Champions League contro Besiktas, la formazione di Istanbul attualmente appaiata con 4 punti in classifica alla squadra brindisina.  La partita avrà inizio alle 20.30 e potrebbe segnare un apertura importante per la formazione di coach Vitucci per un eventuale passaggio di turno (La classifica di Champions - Dijon 6 punti; Neptunas, Bonn, Zaragoza 5 punti; Besiktas, Happy Casa Brindisi, Szombthely 4 punti; Paok 3 punti).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Trovato senza vita: sospetta overdose, pm dispone autopsia

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidente sulla provinciale, auto si schianta contro albero: grave un giovane

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento