Happy Casa ko a Brescia: super Giuri e grinta Lydeka non bastano

Decisivo l'ultimo quarto. Esordio incolore per Iannuzzi. Attesa per lo scontro diretto Pesaro-Capo D'Orlando di domenica prossima

Iannuzzi in azione a Brescia (foto Legabasket)

BRINDISI - La sosta di 15 giorni di campionato coincisa con le Final Eight e le partite della nazionale, non ha evidentemente fatto bene all’Happy Casa Brindisi vista in campo lunedì sera contro Brescia sul campo del PalaGeorge di Montichiari. La squadra di coach Vitucci ha tenuto testa alla quotata formazione di coach Andrea Diana e, pur non esprimendo un gioco costante ed efficace, sia in difesa che in attacco, è riuscita a rimanere in partita per tre quarti di gara prima di subire un pauroso break di 13 a 0 a cavallo del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto e concludere con una nuova sconfitta (74-60). 

E’ vero che sarebbe stato azzardato pretendere di strappare i punti-salvezza in casa di Brescia, che è una delle formazioni in corsa per l’aggiudicazione dello scudetto, ma è pur vero che più volte l’Happy Casa ha avuto la possibilità di andare in vantaggio e tentare il colpo grosso che avrebbe messo una seria ipoteca sulla classifica, nella giornata in cui sia Pesaro che Capo d’Orlando hanno perso a Cremona e Torino. 

Straordinario Marco Giuri

E’ stata la straordinaria partita di Marco Giuri, tornato a giocare ad alti livelli proprio davanti alla società ed al pubblico che lo avrebbe voluto nel proprio roster, a far sperare nel miracoloso successo di Brescia perché i suoi punti hanno prodotto una rimonta insperata e sono coincisi con il migliore momento dell’Happy Casa e lo sbandamento di Brescia. Marco Giuri ha messo in fila una serie di 4/4 canestri da 3 punti che hanno riportato la squadra a -1 (30-29) e riaperto i giochi per un risultato che sarebbe stato sorprendente, fin quando coach Andrea Diana per contenerlo ha pensato bene di affidarlo alle solide “cure” ed all’esperienza di un fuoriclasse qual è David Moss. 

Lydeka, foto Legabasket-2

A Marco Giuri si è affiancato un ottimo Tau Lydeka che ha dominato sotto i tabelloni dove ha catturato 8 rimbalzi e realizzato un prezioso 4/7 da 2 punti e 4/5 nei tiri liberi e, soprattutto, ha lottato e dato la carica agonistica necessaria a tutta la squadra. All’Happy Casa, però, è mancata la spinta necessaria di alcuni giocatori-chiave che sono apparsi decisamente fuori condizione ed hanno di fatto pregiudicato la possibilità di dare una svolta alla gara quando l’Happy Casa ha operato un’altra straordinaria rimonta, portandosi ancora una volta in partita ed a -1 (41-40) e contemporaneamente Germani Brescia è sembrata in difficoltà, aprendo la possibilità ad una vittoria straordinaria ed impensabile. 

Gli "irriconoscibilii"

E’ stata la “serata-no” in particolare di Suggs Scott, inguardabile con il suo 0/5 da 2 punti e 1/4 da 3, ed una prestazione confusionaria in difesa ed in attacco, seguito da Donta Smith che, sia pure negativo al tiro, si è fatto però apprezzare per i suoi 8 rimbalzi conquistati e soprattutto per i suoi 5 assist. Ma da Smith in una serata vitale come quella di Brescia si deve pretendere di più dei 6 punti realizzati in 29 minuti di presenza in campo, perché è giocatore di fondamentale importanza per coach Vitucci, a cui andrebbe affidata la leadership della squadra. 

Donta Smith, foto Legabasket-2

Fra gli “irriconoscibili” di Brescia vanno inclusi Milenko Tepic e Blaz Mesicek, vale a dire due giocatori che sono stati fra i protagonisti principali di importanti vittorie che hanno consentito a coach Vitucci di recuperare dalla sua gestione un apprezzabile gioco e tornare a sperare nella permanenza in Serie A. Milenko Tepic è sembrato tornare indietro come condizione  fisica e partecipazione attiva alla migliore guida della squadra ma a Brescia, dove pure si è pure fatto apprezzare per i 7 rimbalzi catturati, il suo contributo in difesa ed in attacco, e come portatore di palla, è stato decisamente insufficiente, e sicuramente inferiore alle aspettative tenuto conto delle buone prestazioni fornite prima della sosta di campionato. 

Anche Blaz Mesicek ha fatto un clamoroso passo indietro rispetto al rendimento ed alle ultime prestazioni di campionato, ed a dimostrazione della scarsa concentrazione con cui ha giocato i 13 minuti di partita concessi da coach Vitucci vi sono 5 palle perse ed iniziative personali inopportune che non deve più permettersi in danno della squadra e per essere diventato, a giusta ragione, uno dei giovani più interessanti ed apprezzati della serie A. Mesicek è giocatore di fondamentale importanza per la squadra ma coach Vitucci dovrà disciplinarlo tatticamente, richiedere maggiore concentrazione e più applicazione nella fase difensiva dove spesso va in confusione, considerato che in questa parte finale di campionato la squadra si gioca tutte le possibilità di rimanere in serie A ed  avrà bisogno di avere il giovane nazionale sloveno nelle migliori condizioni possibili. 

Moore, foto Legabasket-2

Anche a Brescia, come nelle ultime precedenti partite, Nic Moore non ha potuto rendere al meglio perché è stato marcato a vista, sempre raddoppiato da una difesa appositamente studiata da coach Diana per limitarlo al tiro, nonostante coach Vitucci lo abbia alternato a Giuri nel ruolo di play e di guardia per consentirgli maggiore libertà di azione. 

Iannuzzi rimandato

Non è stato un debutto fortunato, infine, per Antonio Iannuzzi perché il giocatore è giunto a Brindisi pochi giorni fa ed ha stentato ad inserirsi nei giochi di squadra tanto da sembrare completamente estraneo in campo. Il finale di campionato dipenderà molto dal rendimento che anche Iannuzzi riuscirà ad offrire e dalla capacità di ambientarsi ed inserirsi negli schemi voluto da coach Vitucci. Intanto domenica prossima è previsto lo scontro-spareggio fra le due ultime formazioni della classifica con Pesaro a 8 punti   e Capo d’Orlando 10 punti (si giocherà alle ore 19), partita a cui Happy Casa Brindisi (12 punti in classifica) è evidentemente interessata perché la squadra di coach Vitucci sarà impegnata ancora in trasferta, nella proibitiva partita contro Sidigas Avellino (si giocherà alle ore 18).  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Terremoto di magnitudo 5.8 presso Durazzo, paura nel Brindisino

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

  • Traffico di droga, otto brindisini sotto processo dopo verbali dei pentiti

  • L'autofficina era abusiva: scattano denuncia e sequestro

  • Cocaina per mezzo milione di euro: brindisino condannato a sette anni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento