Happy Casa, un pizzico di Nic Moore in più: salvezza possibile

Mentre Capo d’Orlando giocherà a Trento e Pesaro in trasferta a Varese, Brindisi sarà impegnata nel PalaPentassuglia contro Sassari sabato prossimo alle 20.30

BRINDISI - Sarebbe bastato un po’ più di Nic Moore perché con Marco Giuri ritornato a fare numeri da “americano” (19 punti realizzati,5/7 da due,3/5 da tre, 5 rimbalzi conquistati e 4 assist, con una valutazione 23), con un eccellente Tau Lydeka ed il ritrovato Donta Smith, l’Happy Casa Brindisi avrebbe potuto avere più probabilità per provare a vincere a Bologna, in casa della Virtus.

Marco Giuri contro la Virtus Bologna-2

La squadra di coach Vitucci, infatti, ha mostrato a Bologna che, probabilmente, con un Nic Moore al meglio delle condizioni di forma, avrebbe potuto sperare in un risultato prestigioso che avrebbe consolidato definitivamente la classifica in chiave salvezza. Ma Nic Moore era reduce da un infortunio alla mano che ne aveva limitato gli allenamenti e la sua presenza in squadra a Bologna era stata in dubbio fino all’ultimo momento. Si spiega così la sua modesta prestazione e lo 0/7 al tiro (0/3 da due punti e 0/4 da tre in 24 minuti di presenza in campo, nobilitata però da ben 8 assist serviti ai compagni di squadra). Probabilmente coach Vitucci, già consapevole delle precarie condizioni fisiche e di forma di Moore, avrebbe potuto decidere di tenerlo di più in panchina, accordando maggiore minutaggio a Marco Giuri che si sapeva in buona forma dopo le prestazioni fornite contro Brescia e Pesaro.

A Bologna, infatti, è stata la giornata di Marco Giuri che ha fornito una grossa prestazione contro il suo ex coach Ramagli, davanti al suo fraterno amico Claudio Ndoja, e ha raccolto giudizi positivi dalla stampa bolognese che lo considera nel giro della Nazionale e scrive di “un giocatore che in tanti vorrebbero in squadra e da come ha giocato a Bologna si capisce il perché” , ma anche dal compagno di squadra Nic Moore che nel dopo partita di Bologna ha dichiarato fra l’altro che “ Marco Giuri risulta di  fondamentale  importanza per l’economia della squadra ed è un pilastro non solo sul piano del gioco”.

Donta Smith, foto Legabasket-2

La partita di Bologna ha detto che Happy Casa Brindisi può sperare bene per il prossimo futuro se Tau Lydeka (10/14 da sotto e 6 rimbalzi) e Donta Smith (18 punti realizzati,11 rimbalzi e 4 assist) confermeranno il loro stato di forma e daranno il proprio contributo decisivo alla squadra soprattutto nelle prossime partite interne di campionato, considerato che Nic Moore potrà recuperare in pieno la condizione fisica ed il suo miglior rendimento e fidando sulla ripresa di Milenko Tepic, apparso in calo nelle ultime partite, sulle capacità difensive del capitano Marco Cardillo e sulle prestazioni del giovane talento Blaz Mesicek.

 Anche a Bologna coach Vitucci ha deciso di  schierare contemporaneamente in campo tutti gli uomini della panchina, un azzardo che può essere produttivo solo se giochi contro Pesaro ma che può creare un vero danno irreparabile se giochi nel PalaDozza contro la Virtus Bologna. Una scelta che coach Vitucci dovrebbe rivedere per evitare di compromettere le prossime partite di campionato che saranno decisive per la salvezza della squadra. Nonostante la sconfitta subita a Bologna, tuttavia, l’ultima di campionato è stata una nuova giornata pro-Happy Casa Brindisi, in cui le dirette concorrenti nella lotta per la permanenza in serie A, Pesaro e Capo d’Orlando, sono state sconfitte in casa rispettivamente da Trento e Brescia. Ma la squadra di coach Vitucci, a differenza di Pesaro e Capo d’Orlando, è apparsa in buone condizioni fisiche e di forma e, soprattutto, avrà dalla sua parte il calendario favorevole che nelle prossimi quattro partite di campionato la vedrà impegnata per ben tre volte in casa, contro Sassari, Capo d’Orlando e Cremona con l’intermezzo della trasferta di Trento.

L’obiettivo salvezza per Happy Casa Brindisi sembra ormai essere sempre più vicino non solo per il vantaggio già conseguito di + 4 punti nei confronti di Pesaro e Capo d’Orlando ed una migliore differenza canestri, ma per la solidità fisica e mentale che la squadra sta dimostrando rispetto alle altre formazioni. E mentre Capo d’Orlando giocherà a Trento e Pesaro giocherà anche in trasferta a Varese, Happy Casa Brindisi sarà impegnata nel PalaPentassuglia contro Sassari sabato prossimo con inizio alle ore 20.30

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento