Internazionali, Pennetta-Dulko in semifinale troveranno la Yan Zi

ROMA - Flavia Pennetta, in coppia con l’argentina Gisela Dulko, si è classificata per le semifinali del doppio agli Internazionali di Roma. Prossime avversarie le vincenti del match tra la coppia numero uno del seeding, formata dall'americana Liezel Huber e dalla russa Nadia Petrova, e la formazione composta dall'altra statunitense Bethanie Mattek-Sands e dalla cinese Yan Zi (n. 5). La ventottenne brindisina e la sua compagna argentina hanno avuto la meglio sulla coppia tutta russa composta da Maria Kirilenko e Anastasia Pavlyuchenkova. Superandole per 6-3 / 6-2.

Flavia Pennetta

ROMA - Flavia Pennetta, in coppia con l’argentina Gisela Dulko, si è classificata per le semifinali del doppio agli Internazionali di Roma. Prossime avversarie le vincenti del match tra la coppia numero uno del seeding, formata dall'americana Liezel Huber e dalla russa Nadia Petrova, e la formazione composta dall'altra statunitense Bethanie Mattek-Sands e dalla cinese Yan Zi (n. 5). La ventottenne brindisina e la sua compagna argentina hanno avuto la meglio sulla coppia tutta russa composta da Maria Kirilenko e Anastasia Pavlyuchenkova. Superandole per 6-3 / 6-2.

Anche questo match, come quello di ieri, è stato praticamente senza storia. L’argentina e la brindisina sono davvero forti. Certo la semifinale sarà tutt’altra storia. Ma le due ragazze, reduci dalla vittoria del doppio a Stoccarda, hanno tutte le carte in regola per poter giungere in finale e magari vincerla. Sarebbe una bella soddisfazione per Flavia, uscita subito di scena perché ha trovato sulla sua strada, in una giornata no, la Safarova. Nulla di eccezionale questa ragazza, soltanto una mancina sperduta nella parte bassa della classifica Wta, che però ha messo in grosse difficoltà la Pennetta nei tre incontri disputati nel corso della loro carriera.

Ma quello è un capitolo chiuso. Ora bisogna pensare al doppio e poi rituffarsi nei prossimi tornei di singolo: prima Madrid e poi Roma, dove giocherà anche nel doppio. Flavia alla conferenza stampa si presenta con una bellissima bambina. “Sarà la prossima numero uno d’Italia! Si chiama Flavia come me ed è la figlia della mia migliore amica”. Flavia parla del match perduto con la Safarova. “E’ stata una giornata sì per lei e no per me. Sono dispiaciuta che sia accaduto a Roma, ma queste giornate a volte capitano. Mi dispiace per il fatto che mi sentivo bene e ci tenevo a fare il risultato qui a Roma. Succede sempre così, quando vuoi tanto una cosa: difficilmente la ottieni”.

E aggiunge: “Se potessi rigiocherei la partita la partita con la Safarova. E’, però,  vero quello che mi ha detto anche Gabri (Gabriel Urpi, coach, ndr) che posso subito rifarmi a Madrid. Il bello del tennis è anche questo, hai subito un altro torneo da giocare e quindi un’occasione per rifarti immediatamente. Mentre in altri sport, magari ti alleni quattro mesi per un’unica prestazione e se fallisci è molto più dura”.  Flavia Pennetta esclude che il crollo di Roma sia stato dovuto a pressione psicologica per le aspettative della gente. “Non è un problema di aspettative degli altri su di me quanto piuttosto quello che tu ti aspetti da te stessa”.

Ed a proposito della Fed Cup: "Ancora non ho avuto modo di parlare con il presidente, ma sono sicura che ci aiuteranno, ci saranno vicine e ci tuteleranno. Anche l’anno scorso parlammo con l’Itf ma non è cambiato nulla. Speriamo che non ci penalizzino ancora una volta, dobbiamo essere messe tutte nelle stesse condizioni. Penso che la soluzione migliore sia quella che tra l’altro è già in vigore in Coppa Davis, ovvero riconoscere alle giocatrici i punti anche in Fed Cup. È una proposta che abbiamo già avanzato ma per ogni cambiamento ci vuole molto tempo e noi attendiamo".

Il Master di doppio è il suo obiettivo. “All’inizio io e Gisela (la Dulko;  n.d.r.) ci ridevamo su. Ora è diventato un obiettivo. Il Master di doppio è comunque un traguardo importante e sarebbe bello poterlo giocare. Il nostro calendario però non cambierà, lo abbiamo già stabilito a inizio stagione decidendo di giocare tutto l’anno in coppia”.

Potrebbe interessarti

  • La banana, un fabbisogno giornaliero

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

  • Minorenni in coma etilico: controlli e multe a locali sulla costa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento