Juve Stabia a Brindisi pensando alla Prima divisione

BRINDISI - Diciannove i convocati dall’allenatore Massimo Silva per la gara, decisamente difficile, che domani attende il Football Brindisi. Diciannove giocatori dai quali domani poco dopo le tredici deve venire fuori la formazione che proverà a battere la squadra campana, sicuramente la più forte del girone C della Seconda divisione.

Massimo Silva

BRINDISI - Diciannove i convocati dall’allenatore Massimo Silva per la gara, decisamente difficile, che domani attende il Football Brindisi. Diciannove giocatori dai quali domani poco dopo le tredici deve venire fuori la formazione che proverà a battere la squadra campana, sicuramente la più forte del girone C della Seconda divisione.

Si tratta dei portieri Pinzan e Ferrante, dei difensori Idda, Pasqualini, Trinchera, Taurino, Maulella e Montella (quest’ultimo rientrato la settimana scorsa dopo una lunghissima assenza per infortunio), quindi i centrocampisti Battisti, Carcione, Pizzolla, Mortelliti, Minopoli e  Piccinni, e gli attaccanti Da Silva, Galetti, Moscelli, Siclari e Albadoro. Non ci saranno Fiore (squalificato) e Alessandrì  perché nel modulo tattico che Silva intende adottare in questa gara non c’è possibilità di inserimento per un giocatore con le sue qualità tecniche.

La giornata di lavoro per gli atleti biancazzurri è iniziata alle 9. Sul terreno di gioco del Fanuzzi è stata effettuata la rifinitura (un lavoro leggero riassuntivo della settimana di allenamento tosto) e quindi tutti liberi sino all’ora di pranzo (mezzogiorno) per trasferirsi poi nella sede del ritiro. Una consuetudine per il Brindisi il ritiro pre-gara. Ma mai importante sinora come in questa occasione. L’avversario, come si diceva, è di quelli da temere sotto tutti i punti di vista.

La Juve Stabia, squadra di Castellammare di Stabia, lo scorso anno giocava nel campionato di Prima divisione. Retrocesse. Nel corso dell’estate ha giocato tutte le sue carte per cercare di essere ripescata. Non c’è riuscita. E per tornare in quella che un tempo si chiamava C1 ha allestito un autentico squadrone.

Partita in sordina, soprattutto perché il Catanzaro, altra grossa squadra, come un ciclista scalatore, aveva subito dato uno strappo violento al campionato, allungando su tutte le altre squadre, ma via via la Juve Stabia ha recuperato riagguantando i calabresi. Le due squadre sono appaiate a 54 punti (anche perché al Catanzaro gli organi federali hanno tolto tre punti per irregolarità amministrative) in vetta alla classifica. Vertice che i campani hanno raggiunto domenica scorsa battendo il Noicattaro per 4-0 e approfittando della sconfitta del Catanzaro a Barletta (2-1).

Quindi, proviamo a immaginare con quanta determinazione gli stabiesi giungono a Brindisi. Peraltro seguiti da un consistente numero di supporter.  Dice l’allenatore Rastelli: " Il Brindisi è una squadra che in casa ha un ruolino di marcia molto simile al nostro ed anche se nelle ultime cinque gare ha segnato un solo gol dispone, in attacco, di calciatori importanti per la categoria e nel complesso è una delle rose più forti del girone".

Temono il Brindisi i campani, soprattutto perché nelle loro fila non ci saranno Ametrano e Soriero. Ma anche loro dispongono di un attacco eccellente e soprattutto segna molto. Cinelli e De Angelis hanno realizzato undici gol a testa. In trasferta hanno vinto cinque volte, pareggiato tre gare e ne hanno perse quattro, mettendo a segno 17 gol e subendone quindici.

Il Football Brindisi. La squadra biancazzurra in casa ha un ruolino di marcia eccellente. Sono solo quattro le formazioni che nei propri stadi non hanno perso una gara: Juve Stabia, Catanzaro, Cisco Roma e, appunto, Football Brindisi, la cui imbattibilità al Fanuzzi va avanti da quaranta gare. In questo campionato al Fanuzzi ha vinto nove volte e pareggiato tre, mettendo a segno ventidue gol e subendone solo sei. I problemi della squadra di Silva sono in trasferta, soprattutto quando affronta avversari molto meno accorsati. Diventa un gruppo irriconoscibile.

Ma torniamo alla partita di domani. Silva non si pronuncia sulla formazione che manderà in campo. Aspetta l’ultimo momento per comunicarla. Comunque, a nostro avviso, non ci dovrebbero essere grosse sorprese. In porta andrà certamente Pinzan. I due terzini saranno Idda (a destra) e Pasqualini (a sinistra). Centrali Taurino e Trinchera.

In mediana Battisti. Quindi Pizzolla e Carcione. In avanti Siclari, Da Silva e Moscelli. A meno che il tecnico non preferisca Mortelliti a Moscelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appuntamento è per domani alle 14,30 nello stadio Fanuzzi. La gara sarà arbitrata da Pizzi di Saronno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo operatore 118 positivo, ora screening urgente per tutti"

  • Muore un imprenditore edile: prima vittima del Covid a Ostuni

  • Una brindisina in Olanda: "Viviamo col terrore del contagio. Il Lockdown è una fortuna"

  • Coronavirus: 22 nuovi contagi e un decesso in provincia di Brindisi

  • Controlli anti contagio: multati un barbiere e il suo cliente a Brindisi

  • Coronavirus: trend in calo in Puglia, nel Brindisino altri 12 contagi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento