"La mia medaglia è per Melissa"

BRINDISI - Il campione di taekwondo ha fatto rientro in Puglia questa sera. Carlo Molfetta la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Londra 2012 nellla categoria over 80 chili è atterrato nell'aeroporto del Grande Salento alle ore 22.05 con un volo Alitalia AZ 1627 da Roma. Ad accoglierlo i parenti ed amici ma anche tanti giovani e cittadini di Mesagne, la sua città natale, sindaco Franco Scoditti in testa.

Molfetta mostra la medaglia

BRINDISI - Il campione di taekwondo ha fatto rientro in Puglia questa sera. Carlo Molfetta la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Londra 2012 nellla categoria over 80 chili è atterrato nell'aeroporto del Grande Salento alle ore 22.05 con un volo Alitalia AZ 1627 da Roma. Ad accoglierlo i parenti ed amici ma anche tanti giovani e cittadini di Mesagne, la sua città natale, sindaco Franco Scoditti in testa.

Dopo la splendida finale di sabato scorso a Londra, Carlo Molfetta, il 28enne carabiniere mesagnese porta la medaglia d'oro in Puglia. Prima una breve pausa a Roma, dove ha fatto rientro dopo la gara, e oggi può riabbracciare la sua famiglia che tanto ha sperato ed esultato per lui. Volo Alitalia puntualissimo, a bordo l'uomo che ha segnato la storia del taekwondo maschile in Italia, consegnando la medaglia d'oro al grande libro dello sport italiano.

Tantissima emozione, abbracci, sorrisi. Mesagne era all'aeroporto Papola Casale di Brindisi per accogliere Carletto. "Vai Lupo, sei il nostro campione" urlavano i piccoli e i grandi della società Asd New Marzial Mesagne che sono accorsi a vedere il loro idolo. Hanno invaso l'aeroporto di Brindisi tutti i fan di Molfetta. Appena arrivato Carlo, è stato accolto dai genitori, lui è sceso insieme alla fidanzata Serena che, così come l’atleta ha confessato anche a Londra, gli ha regalato la serenità nei momenti più difficili.

"Dedico la medaglia a Melissa", ha detto ai giornalisti Carlo, emozionato dal ricordo della studentessa 16enne sua concittadina rimasta uccisa nell’attentato del 19 maggio davanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi, e dall’aver rimesso piede nella terra che l'ha cresciuto ed ha creduto nel suo sogno finalmente realizzato. C'erano tutti, dalle majorette della scuola Maja Materdona - Aldo Moro di Mesagne a suonare per lui, come anche don Pietro De Punzio, parroco che tutti conoscono a Mesagne, sempre vicino ai giovani.

Gli amici non potevano mancare, lo hanno atteso fuori dall'aeroporto. Lo hanno lanciato in aria così come si fa con i campioni. E Carlo ce l'ha fatta, è diventato campione olimpico nel taekwondo maschile degli 80 chilogrammi dopo tanti successi mondiali. L'aria di festa ha rapito turisti, personale dell’aeroporto aeroporto, tutti. Carlo Molfetta, il ragazzo di Mesagne, ha regalato all'Italia la medaglia d'oro. E martedì 21 festa grande nella sua città, organizzata dal Comune. (guarda video)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • Blitz nella zona 167: controlli e perquisizioni con l’ausilio dell’elicottero

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Blitz alla 167: due arresti, sequestro di droga, armi e munizioni

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Spaventoso incidente sulla strada provinciale: due persone ferite

Torna su
BrindisiReport è in caricamento