La Volley San Vito vince e resta in A/2

S.VITO DEI NORMANNI - L'incubo era finito già in settimana, con la penalizzazione inflitta al Lavoro.Doc Pontecagnano, ma la Cedat 85 San Vito torna a guadagnarsi anche sul campo la permanenza con una netta vittoria sul Terre Verdiane Fontanellato, e subito dopo esplode la gioia dei tifosi. La pallavolo femminile pugliese resta in serie A/2 grazie a questa squadra di una cittadina di appena 20mila abitanti.

Le ragazze della Volley San Vito esultanti

S.VITO DEI NORMANNI - L'incubo era finito già in settimana, con la penalizzazione inflitta al Lavoro.Doc Pontecagnano, ma la Cedat 85 San Vito torna a guadagnarsi anche sul campo la permanenza con una netta vittoria sul Terre Verdiane Fontanellato, e subito dopo esplode la gioia dei tifosi. La pallavolo femminile pugliese resta in serie A/2 grazie a questa squadra di una cittadina di appena 20mila abitanti.

La Cedat 85 San Vito dunque chiude in bellezza proprio nell'ultimo match della regular season, dando un calcio alle tante difficoltà che hanno costellato questa stagione, a partire dalla scelta delle due americane Angela Bensend ed Emily Brown, sostituite a stagione inoltrata dalle molto più concrete Ana Radicheva e Marina Kovacheva. E lo battendo al PalaMacchitella il Terre Verdiane Fontanellato con un rotondo 3-0. Un successo, come già detto, che consente di poter festeggiare la permanenza, indipendentemente dalla penalizzazione che in settimana ha subìto la diretta concorrente, il Pontecagnano.

"E' questo che volevamo - dice raggiante ed emozionato il presidente Luigi Sabatelli - per dare un senso ad una stagione abbastanza difficile e tribolata". Ed una vera e propria festa c'è stata, sia al palazzetto che, subito dopo, in piazza, con tanto di fuochi di artificio preparati dai tifosi che hanno voluto abbracciare ancora una volta la squadra e brindare con loro alla sudata permanenza.

Nell'ultima gara di campionato le biancazzurre allenate da Cosimo Lo Re hanno vinto e convinto, regalando un successo attesissimo dai sostenitori. La gara ha preso le mosse con il Terre Verdiane in attacco che si è portato subito avanti (2-4, 5-7); le ospiti hanno tentato un allungo sul 7-11 ma, pian piano, è emersa la voglia delle locali di imporsi ed il punteggio si è riportato in parità a quota 15. Poi il sorpasso, a suon di schiacciate.

Vinto il primo set, la Cedat ha forzato ulteriormente il ritmo nella seconda frazione, imponendosi più nettamente. Il Terre Verdiane ha tirato nuovamente fuori l'orgoglio e la grinta nel terzo set, provando a prendere in mano le redini del gioco (3-6) ma ha dovuto ben presto piegarsi al ritorno delle padrone di casa che hanno impresso una de