giovedì, 24 aprile 15℃

Miracolo Ostuni: è play-off

OSTUNI - Ostuni completa il capolavoro: dopo la salvezza arrivano i play-off. Ora è ufficiale: la squadra di Marcelletti è la sorpresa del campionato di Legadue. Peccato che al primo turno della seconda fase sia costretta ad incontrare Brindisi: sarebbe stato bello sognare un derby un po' più avanti.

Fab.Moll. 6 maggio 2012

OSTUNI - Ostuni completa il capolavoro: dopo la salvezza arrivano i play-off. Ora è ufficiale: la squadra di Marcelletti è la sorpresa del campionato di Legadue. Peccato che al primo turno della seconda fase sia costretta ad incontrare Brindisi: sarebbe stato bello sognare un derby un po' più avanti. Risultato raggiunto, va detto, malgrado un errore arbitrale clamoroso .che poteva costare caro all'Ostuni: a 2 secondi e spiccioli dalla fine, recupero difensivo e Berti che esce in palleggio da sotto il canestro. Era vicino alla riga ma assolutamente non l'ha pestata, come dimostrano le immagini allegate. Palla alla squadra ospite che riesce a realizzare da 3 sulla sirena, fortunatamente a tempo scaduto.

La Domotecnica si è conquistata il passaggio alla fase due battendo al PalaPentassuglia la Centrale del Latte Brescia, nell'ennesima partita giocata punto a punto fino all'ultimo minuto: 75-72 il finale (19-25, 36-33, 51-54 i parziali dei primi tre quarti). La partita non era iniziata al meglio per i padroni di casa: difese a briglie sciolte e punteggio altissimo (19-25) premiano gli ospiti, più precisi al tiro e più convinti. Ma quando coach Marcelletti alza la voce la squadra reagisce sempre, e così è stato anche contro i lombardi. Migliori in campo, questa volta, Tommaso Rinaldi e Marek Jurevicus.

Il pivot, autore di un gran finale di stagione, è stato immenso: 22 punti, 7/9 da due, 8/10 ai liberi, 6 rimbalzi, 3 assist. Eccezionale. Come anche l'ala che il coach ha fortemente voluto nella città bianca. Jurevicus ha tirato con percentuali strepitose: 8/11 da due punti, 1/3 da tre, 2/2 ai liberi, 21 punti in tutto, più 8 rimbalzi e 3 assist. Un mostro di bravura. Bene anche Johnson, un po' meno Klobucar, ma il successo della Domotecnica è un successo di squadra, anzi, di società. La festa può continuare. Da lunedì si pensa all'ennesimo scontro con i cugini dell'Enel.

Centrale del Latte
Domotecnica
partita

Commenti