Notizie e smentite, il solito Brindisi

BRINDISI - E’ sempre tanto difficile parlare di “pallone” a Brindisi in periodo di campionato, diviene ancor più difficile parlarne in periodo estivo. Notizie che vanno e vengono in libertà: soci che si adirano e si dimettono; nuovi soci che entrano per cambiare tutto; centinaia di migliaia di euro pronti per il ripescaggio, no, non più; allenatore e direttore sportivo, indigeni e con tanto di certificato autoctono, in pool-position, ma quando mai, chi lo ha detto.

Il presidente Giuseppe Roma

BRINDISI - E’ sempre tanto difficile parlare di “pallone” a Brindisi in periodo di campionato, diviene ancor più difficile parlarne in periodo estivo. Notizie che vanno e vengono in libertà: soci che si adirano e si dimettono; nuovi soci che entrano per cambiare tutto; centinaia di migliaia di euro pronti per il ripescaggio, no, non più; allenatore e direttore sportivo, indigeni e con tanto di certificato autoctono, in pool-position, ma quando mai, chi lo ha detto.

Si cambia, ecco pronto quale allenatore Roberto Miggiano (con rispettabile e autorevole curriculum) e il ds Romualdo Corvino, figlio del ben più noto e famoso Pantaleo. Ma, finirà qui? Ci crediamo poco. Sembra, comunque, farsi certa una precisa strada: per l’anno sportivo calcistico 2012/2013 che velocemente si approssima, la maggiore squadra di calcio della città adriatica, denominata “Città di Brindisi”, se non dovessero esserci totali sconvolgimenti e cataclismi sportivi, disputerà nuovamente le partite nell’inferno della Serie “D”.

Ecco, allora, tra il serio e il faceto, l’ombra del Commendator Franco Fanuzzi, di felice memoria, ad ammonire i calciofili locali: “Quando io non ci sarò più, il calcio lo vedrete solamente in televisione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parole che, a molta distanza di tempo, possono apparire profetiche, ma che, ad altrettanta distanza di tempo, scaramanticamente, dovrebbero esortare gli addetti ai lavori a voler sfatare quella bonaria, diretta, personale e istintiva profezia. Riusciranno in ciò Roma, De Finis e Sciacca ? Non compete a noi esprimere giudizi, né formulare previsioni, possiamo, però, metterci alla finestra e attendere, attendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

Torna su
BrindisiReport è in caricamento