Pesaro al tappeto: la Happy Casa si aggiudica lo scontro salvezza

Brindisi si impone sulla Vl (93-83). Salgono a quattro i punti di vantaggio sull'ultimo posto. Moore torna protagonista

BRINDISI - La Happy Casa si aggiudica lo scontro diretto con Pesaro (93-83) e fa un grosso passo in avanti verso la salvezza. Adesso sono quattro i punti di vantaggio dei biancazzurri sul roster marchigiano, fanalino di coda del campionato di Serie A insieme a Capo D'Orlando, battuta in casa da Sassari. Gli uomini di coach Vitucci hanno costruito la vittoria soprattutto nel primo tempo, quando sono volati sul più 20. Nella seconda metà di gara sono riusciti ad amministrare il vantaggio, rintuzzando, con determinazione, i decisi tentativi di rimonta degli ospiti, che nell'ultimo periodo si sono portati a un solo possesso di distanza dagli avversari. 

Non è un caso che il ritorno alla vittoria della New Basket, reduce da quattro ko consecutivi, sia coinciso con la “resurrezione” di Moore, finalmente tornato sui suoi standard di rendimento, dopo una serie di prestazioni da dimenticare. In netta ripresa anche Suggs, Mesicek e Smith. Lydeka ha confermato di essere un elemento chiave. Iannuzzi ha fatto il suo.

Sugli spalti si è registrato un clima di grande armonia fra le due tifoserie, che con degli striscioni hanno rinnovato il gemellaggio che le accomuna da tempo. 

Nic Moore, Happy Casa-3

Primo quarto

Brindisi parte con Moore, Suggs, Tepic, Smith, Lydeka. Coach Leka schiera nello starting five Omogbo, Cerona, Clarke, Mika, Dallas Moore.

La Happy Casa approccia la partita con la giusta determinazione. I biancazzurri difendono con grande attenzione, non concedendo margini di manovra agli ospiti, che si affidano perlopiù alla soluzione del tiro dalla distanza. Pesaro non riesce a tenere il passo dei biancazzurri, che dominano nel pitturato con un ispirato Lydeka. Efficaci anche un ritrovato Moore e Suggs con le loro iniziative. All’8’, una brillante Happy Casa piazza il primo allungo: 23-11. Nell’ultimo giro di lancette del quarto la Vl riduce parzialmente le distanze, andando all’intervallo con un passivo di sei lunghezze (23-17).

Suggs, Happy Casa-2

Secondo quarto

Moore è l’uomo in più della Happy Casa. Il play americano è implacabile da tre.  Fra le file dei biancorossi, l’unico che riesce a impensierire la Stella del Sud è il lungo Ancellotti. Troppo poco per arginare la furia offensiva della Happy Casa, che al 15’ vola sul più 19 (42-23). Non c’è solo la firma di Moore sulla fuga biancazzurra. Tepic, Mesicek e Suggs sono in gran forma. Anche gli “outsider” Giuri, Cardillo e Iannuzzi, quando chiamati in casa, danno il loro importante contributo. Non riesce a esprimere un gioco corale, invece, Pesaro. Al 17’, il vantaggio della Happy Casa sale a 20 punti (48-28). Alla fine del primo tempo, i padroni di casa conducono di 16 (52-36).

Iannuzzi, Happy Casa-2

Terzo quarto

Pesaro non si dà per vinta. I marchigiani rientrano sul parquet con un atteggiamento più aggressivo dopo l’intervallo lungo e riescono a rosicchiare qualche punto ai biancazzurri, grazie soprattutto agli spunti di Omigbi e Dallas Moore. Non male anche Clark, che con una tripla, al 27’, porta i suoi sul meno sette (63-56). La partitasi riapre quando lo stesso Clark ne fa due su due dalla lunetta, siglando i canestri dei 63-58. Il tentativo di rimonta della Vl, però, subisce una battuta d’arresto nelle battute finali del parziale, che si chiude con la Happy Casa avanti di 9 (69-60).

Lydeka, Happy Casa-2

Ultimo quarto

Ma Pesaro non molla. L’avvio dell’ultimo parziale è appannaggio degli ospiti, che accorciano ulteriormente (71-67 al 32’). Brindisi soffre il vistoso calo di Moore, lontano parente del giocatore ammirato nel primo tempo. Di riflesso, anche il resto del roster accusa un calo di rendimento. Anche questo tentativo di rimonta di Pesaro viene rintuzzato, grazie a una tripla di Smith e a una realizzazione di Mesicek (78-70 al 35’).  Ma con un parziale di 8-0, Pesaro si rifà prepotentemente sotto (81-78 al 37’). I timori di un finale di gara punto a punto vengono fugati dal ritorno di fiamma della Happy Casa.

94fdcc30-3111-4cfc-ba66-bd2e3ff378d9-2

Trascinati dal redivivo Moore e da Smith, grande protagonista dell’ultima frazione, i biancazzurri spengono le velleità di rimonta della Vl, portando a casa una vittoria di fondamentale importanza, perché garantisce il vantaggio negli scontri diretti con Pesaro. Certo, l'obiettivo della salvezza, con otto partite da disputare, non è ancora acquisito, ma adesso i biancazzurri sono padroni del proprio destino. Fra sette giorni, trasferta in casa della Virtus Bologna. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento