Adrian Banks: “Non ho fretta di decidere. Per ora mi godo la famiglia”

Il capitano di Happy Casa Brindisi non ha confermato le voci di trattative che sarebbero in corso con squadre asiatiche (Corea e Giappone). E risponde dal suo sito precisando di voler attendere gli sviluppi sulla “salute” del basket, prima di prendere una decisione, come d’accordo stabilito con la New Basket, prima della sua partenza per Memphis.

BRINDISI - In un mercato fermo per le note vicissitudine che hanno portato alla conclusione anticipata del campionato, fa rumore la notizia che Adrian Banks avrebbe declinato l’offerta del rinnovo contrattuale con la New Basket Brindisi per il prossimo campionato, per accasarsi in una formazione dei paesi asiatici (Giappone o Corea). In realtà Adrian Banks e la New Basket di Nando Marino si erano lasciati appena dopo la conclusione del campionato con l’accordo che si sarebbero risentiti appena le condizioni generali relativi alla pandemia mondiale sarebbero state più chiare ed in attesa anche delle decisioni del Governo sulle modalità di ripresa della nuova stagione agonistica. 

Il capitano di Happy Casa Brindisi era stato il primo ad essere contattato per il rinnovo contrattuale, a conferma che la società lo ritiene indispensabile per la composizione del roster che sarà guidato da coach Frank Vitucci. E le dichiarazioni che Banks ha fatto pervenire attraverso il suo sito personale proprio in risposta alle voci che lo danno in partenza verso i paesi asiatici, coincidono che le informazioni rilasciate dalla società appena finito il campionato. 

Le incertezze del capitano

Banks ha confermato, infatti, di non avere alcuna fretta a prendere decisioni immediate per le preoccupazioni che l’attuale momento di incertezze comporta, per i dubbi che permangono sull’inizio del prossimo campionato e sullo stato di salute del basket ingenerale che dipenderà anche dalle risoluzioni del Governo italiano. Il capitano di Happy Casa Brindisi ha poi aggiunto sui social “Non so nemmeno cosa succederà nella prossima stagione. So solo che passerò questo tempo a godermi la mia famiglia come non ho mai fatto” ed ha poi confermato “Inoltre bisogna prendere altre decisioni sulla salute del basket prima che io faccia la mia scelta”. Nulla di deciso, pertanto, sul prossimo futuro di Adrian Banks, come da lui stesso confermato, mentre la società assicura tutta la volontà di ripartire dal capitano e dallo straordinario gruppo dello scorso campionato per ricomporre il roster della prossima stagione agonistica. 

La proposta che ti cambia la “Casa”

Brindisi, per Andrian Banks, “è casa mia”. E’ di tutta evidenza, tuttavia, che se ad Adrian Banks dovessero proporre in Giappone o in Corea un contratto pari al triplo di quello percepito attualmente dalla New Basket (così come riferiscono fonti non confermate) sarebbe impossibile riuscire a trattenerlo. Si tratterebbe infatti di un'opportunità irripetibile che si assicura ad un giocatore a fine carriera, che lo scorso febbraio ha compiuto 34 anni, anche se per amore verso la città ed i tifosi ha considerato Brindisi sempre come “casa sua”. Ma quella potrebbe essere una proposta di disdetta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento