Senza respiro: Ostuni espugna Jesi

JESI - Marcelletti l'aveva detto: ci giocheremo tutto fino all'ultimo secondo. E a Jesi è stato così, con i suoi ragazzi che hanno saputo difendere il risultato fino alla fine, portando a casa due punti preziosi che potrebbero aprire la porta dei playoff. La Domotecnica espugna Jesi 86-88. Che Ostuni fosse sceso sul campo per vendere cara la pelle lo si capisce fin dai primissimi minuti di partita: con Klobucar e Rinaldi i gialloblù vanno sopra di cinque (13-18) ma poi subiscono al reazione di Brooks e McConnell che riportano i padroni di casa sotto di un punto allo scadere della prima frazione (17-18).

Johnson (Legadue)

JESI - Marcelletti l'aveva detto: ci giocheremo tutto fino all'ultimo secondo. E a Jesi è stato così, con i suoi ragazzi che hanno saputo difendere il risultato fino alla fine, portando a casa due punti preziosi che potrebbero aprire la porta dei playoff. La Domotecnica espugna Jesi 86-88. Che Ostuni fosse sceso sul campo per vendere cara la pelle lo si capisce fin dai primissimi minuti di partita: con Klobucar e Rinaldi i gialloblù vanno sopra di cinque (13-18) ma poi subiscono al reazione di Brooks e McConnell che riportano i padroni di casa sotto di un punto allo scadere della prima frazione (17-18).

Anche il secondo quarto parla soprattutto ostunese: i ragazzi di Marcelletti ripartono a razzo. I canestri di Jurevicus, Johnson e Basei portano il risultato sul 19-28. I padroni di casa rispondono ancora con Brooks e con l'eterno Maggioli. Due canestri di Diliegro e tre liberi di Klobucar consentono alla Domotecnica di condurre il gioco e restare avanti fino al suono della sirena: 40-44.

Dopo l'intervallo la partita diventa ancora più combattuta. Jesi parte benissimo e si porta avanti con la bomba di Hoovered il canestro da sotto di Migliori. Ostuni non subisce il colpo e Klobucar dà fiducia ai compagni con due canestri consecutivi. Al 25' sono Johnson e Jurevicus ad allungare di nuovo (49-55) ma Hoover e Maggioli non ci stanno e mettono a segno un micidiale 10-0 che sembra cambiare l'inerzia della partita. Il terzo quarto si chiude con Jesi avanti 62-60.

La partita resta avvincente fino ai minuti finali: è un continuo batti e ribatti ma nell'ultima frazione i padroni di casa sembrano riuscire a tenere sotto gli ospiti, seppure di uno o due punti. È così fino al 38', quando Diliegro e Klobucar firmano due canestri di estrema importanza, che riportano avanti (76-74) la Domotecnica. Due liberi di Jurevicus e poi Johnson consentono ai gialloblù di allungare e forse di mettere la partita al sicuro.

Brooks mette dentro il canestro della disperazione, ma Aaron Johnson risponde immediatamente e dà fiducia ai suoi. L'ultimo minuto dura una vita, ma questa volta Ostuni tiene duro fino alla fine e porta a casa i due punti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Aereo ultraleggero si schianta nel Leccese: due brindisini in Rianimazione

    • Cronaca

      Minacce e offese al carabiniere sotto inchiesta per la morte di Cucchi: 31 indagati

    • Cronaca

      Centinaia di autotrasportatori bloccati a Costa Morena, senza assistenza

    • Cronaca

      Tre banditi irrompono in un'area di servizio: preso il registratore di cassa

    I più letti della settimana

    • Asd Brindisi: due importanti rinforzi per Francioso. In sette vanno via

    • Calcio brindisino in lutto: si è spento Ansaloni, allenatore della promozione in C1

    • Ansaloni uno dei mister più amati di sempre, con lui il Brindisi sfiorò la Serie B

    • I mini bolidi pronti a sfrecciare sulla pista dell'Hotel Nettuno

    • Kris Joseph si rompe la mano in allenamento: "Prognosi di 60 giorni"

    • Accordo Feelgood-comune di Torchiarolo a favore degli over 60

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento