Atletica leggera, mondiali master: Tarì ci riprova. "Punto all'oro"

Dopo essersi laureato per la quindicesima volta campione italiano, l'atleta brindisino pronto per i mondiali che si svolgeranno in Polonia dove gareggerà sia nel lungo che nel triplo

BRINDISI – Il titolo italiano ormai è diventato una formalità per Stefano Tarì. Nonostante una condizione fisica non ottimale, l’atleta brindisino per la quindicesima volta si è laureato campione italiano master e prepara all’assalto all’unica medaglia che ancora manca all’appello in una carriera ricca di successi: l’oro mondiale. 

Gli impegni agonistici sono iniziati il 17 febbraio a Rimini, dove Stefano, a sette giorni dai campionati italiani, nonostante il freddo, ha fatto registrare un’ottima misura, che lasciava presagire un nuovo record nazionale.

Alla vigilia dei campionati master andati in scena sabato 23 e domenica 24 febbraio ad Ancona, però, Tarì è stato colpito dall’influenza. Solo due giorni prima della gara, fra mille incognite, Stefano ha deciso di raggiungere il capoluogo marchigiano. E la sua caparbietà è stata premiata, perché il saltatore brindisino ha trionfato sia nel lungo che nel triplo.

Adesso, però, viene il bello. La testa di Stefano è già ai campionati mondiali che il 24 marzo si svolgeranno a Torun, in Polonia. Tarì è a caccia di un risultato che in più occasioni gli è sfuggito di un soffio. Sullo scenario internazionale il brindisino ha infatti conquistato due argenti mondiali e tre argenti europei.  “Sto lavorando sodo – dichiara – sacrificandomi come non mai, per raggiungere questo obiettivo. Ci credo. Sono convinto delle mie possibilità. Ce la metterò tutta per colmare questa lacuna, sia nel lungo che nel triplo”. 
 

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Frattura il naso e lo zigomo alla fidanzata, soccorsa da automobilista

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

  • Brindisi Multiservizi: ecco la graduatoria degli idonei all'assunzione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento