Happy Casa a Cantù con Kelvin Martin ma senza Sutton

Si gioca domenica alle ore 17 al PalaDesio. Partita trasmessa in tv su Eurosport ed Eurosport Player

BRINDISI - Esce Dominique Sutton ed entra Kelvin Martin. Mai una gioia per l’infermeria della New Basket Brindisi alle prese ora con un infortunio da affaticamento che costringerà coach Vitucci a rinunciare alla prestazione di Dominique Sutton nelle difficile trasferta di Cantù. Il giocatore americano ha accusato un affaticamento muscolare nel corso dell’ultima allenamento e lo staff tecnico in accordo con quello medico, hanno deciso di sottoporre il giocatore agli accertamenti necessari e procedere ad una risonanza magnetica prevista per lunedì prossimo. Si è reso necessario, pertanto, di non rischiare Sutton per le prossime trasferte in programma a Cantù e ad Istanbul, e di tenerlo fermo per le cure necessarie in modo da recuperarlo per la partita interna contro Virtus Roma ed averlo disponibile pe le Final Eight.

Kelvin Martin in azione 2-2

La storia di Cantù. Voglia di riscatto per Happy Casa

Suscita emozioni solo ad entrare nel PalaDesio di Cantù ed alzare appena lo sguardo in alto. Vedi appesi trofei che hanno scritto la storia del basket canturino, italiano ed europeo negli anni irripetibili della grande pallacanestro nazionale: 3 scudetti, 2 coppa dei campioni, 4 coppa Korac, 4 coppa delle coppe. Ed è in questo tempio del basket che Happy Casa Brindisi cerca il riscatto della prima sconfitta interna di campionato contro Cantù, ma anche rispetto alle ultime esibizioni, ai risultati negativi di Trento, di Bologna con Virtus e Fortitudo, e con Cremona, ed alle sconfitte di Champions League, che ne hanno frenato la strepitosa ascesa, rispetto allo straordinario inizio di questa stagione agonistica. La squadra di coach Vitucci si troverà difronte una formazione carica e con il morale alle stelle per la vittoria ottenuta nell’ultima partita di campionato, contro Olimpia Milano nel Mediolanum Forum di Assago, un successo nel derby che mancava da ben 7 anni ai canturini.

Più intensità e non più squadra “diesel”

E’ importante ritornare subito ad una vittoria con una prestazione convincente che riesca a dissipare ogni dubbio sui futuri programmi della squadra di coach Vitucci, anche se peserà notevolmente la rinuncia a Dominique Sutton soprattutto nella fase difensiva. Coach Vitucci non potrà chiedere molto a Kelvin Martin che ha sicuramente concluso positivamente la fase di allenamenti ma non avrà nelle gambe il ritmo partita e sarà impiegato certamente con un minutaggio limitato. A Cantù è indispensabile, tuttavia, migliorare la fase di difesa e ritornare a giocare di squadra per riprendersi la propria identità, dopo aver subito sconfitte evitabili con condotta di gara non adeguata e scarsamente efficace.

Coach Vitucci contro Treviso-2

Da tempo la squadra inizia a trazione “diesel”, lenta e impacciata in difesa, chiude i parziali di primo tempo subendo troppo e spesso oltre i 50 punti, perché la difesa non riesce più a compattarsi e pressare come nella prima fase di campionato, affannandosi poi in recuperi che provocano spreco di energie enormi, finiscono per incidere sulla forza fisica e mentale e sul risultato finale. Nella difficile partita di Cantù occorre ritornare al passato e coach Vitucci deve ricostruire l’intesa di squadra, alzare l’intensità difensiva, recuperare il miglior Brown, responsabilizzare di più Stone in difesa e limitarlo in attacco, confidare ed affidarsi ai progressi di forma e sperare nel buon recupero possibile del rientrante Martin, distribuire le migliori energie di Adrian Banks.

L’incredibile Clark

A Desio, Happy Casa Brindisi si troverà difronte ad uno sfrenato Wes Clark, il play di Detroit in cerca di riscatto da “ex” emarginato nel roster brindisino lo scorso campionato, dopo un lungo infortunio che ne aveva compromesso la stagione agonistica. E’ stato proprio Wes Clark il protagonista degli ultimi successi della squadra di coach Pancotto, un giocatore completamente ricostruito dopo che per molto tempo a Cantù era stato sul punto di essere “tagliato”. Wes Clark è reduce da una lunga serie di prestazioni eccezionali ed a Milano, contro l’Olimpia, ha conquistato la scena del Forum di Assago, non solo per lo straordinario canestro realizzato da centrocampo su 71-66 che ha riaperto la partita, ma per una performance straordinaria fatta di punti e di assist, che ha trascinato Cantù alla prestigiosa vittoria nel derby. Sarà proprio Clark il probabile protagonista della partita contro Brindisi in una squadra che ora può schierare anche Joe Ragland, che è fra le più in forma del campionato, grazie anche ai suoi rimbalzisti Hayes e Wilson.

Ore 17: appuntamento domenica al PalaDesio

S. Benedetto Cinelandia Cantù- Happy Casa Brindisi si gioca al PalaDesio domenica 12 gennaio, con palla in due alle ore 17. La partita sarà diretta dalla terna arbitrale composta da Alessandro Vicino di Bologna, Denis Quarta di Torino e Giulio Pepponi di Assisi e sarà trasmessa in diretta streaming su Eurosport ed Eurosport Player. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

Torna su
BrindisiReport è in caricamento