Ticket: "Manutenzione ordinaria degli impianti a carico delle società"

Società gravate dal ticket, Claudio Scanferlato avanza la proposta a sindaco e assessore per risolvere tale problema

BRINDISI - Manutenzione ordinaria degli impianti a carico delle società, tramite la costituzione di consorzi. Questa la proposta avanzata da Claudio Scanferlato, ex presidente comitato territoriale Fipav (Federazione italiana pallavolo) Brindisi, già consigliere nazionale Fipav e allenatore di una squadra di pallavolo femminile che gioca nel campionato di Serie D, per risolvere l’ormai atavico problema del ticket per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali, a carico delle associazioni sportive dilettantistiche. Lo fa attraverso una lettera aperta indirizzata a Riccardo Rossi, sindaco di Brindisi e presidente della Provincia, e all’assessore comunale allo Sport, Oreste Pinto. 

La proposta

Scanferlato premette che tale proposta “è già stata fatta e riproposta da diversi anni all’interno delle stanze istituzionali sia Comunali che Provinciali,che da gestiscono lo Sport cittadino e purtroppo mai presa in considerazione seriamente”.

La proposta si articola in quattro punti: “e”ffettuare uno screening di tutte le palestre esistenti nella Città”; “effettuare una catalogazione di Claudio Scanferlato-2tutte le palestre in funzione delle loro dimensioni e mandare questa situazione ai Comitati Territoriali di tutte le Federazioni esistenti coadiuvate da una Commissione Tecnica presieduta da un tecnico del Coni Provinciale”;”da questa Commissione dovrebbe scaturire un  elenco dettagliato di tutte le palestre con accanto le discipline praticabili secondo le omologazioni delle rispettive Federazioni”; “quindi con questi presupposti si informano tutte le Asd della Città che potranno utilizzare le palestre idonee dove svolgere in alcune gli allenamenti e in altre le loro gare di Campionato. 

Eventuali benefici

Scanferlato elenca poi i vantaggi che scaturirebbero dalla sua proposta: “risparmi economici per tutti, sia da parte delle Amministrazioni che delle Asd, in quanto si favorirebbero la formazioni di Consorzi”; “creazioni di poli di aggregazioni tra giovani che in Città mancano assolutamente, scopo Sociale che una qualsiasi Amministrazione deve prendere in considerazione”; “utilizzo completo e continuo delle strutture esistenti con assoluta responsabilità delle Asd, che prenderebbero a loro carico la manutenzione ordinaria delle stesse”; “si permetterebbe di organizzare gli allenamenti anche in funzione di una crescita degli atleti/e, che in questo momento soprattutto per gli sport di squadra latitano”. 

Infine Scanferlato conferma la propria disponibilità “per eventuali chiarimenti e/o approfondimenti che si vorranno avere, in ogni caso, nella speranza di aver aperto un dialogo sulle problematiche degli impianti sportivi porgo i più cordiali saluti certo che ad ognuno di voi non sfuggerà la rilevanza pedagogica e sociale del problema, che se risolto, permette di costruire una generazione migliore di quella che l’ha preceduta” .

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Scarpe Adidas false, maxi sequestro nel porto di Brindisi

  • Cronaca

    Riqualificazione della pista di atletica leggera Montanile

  • Attualità

    Nozze civili anche in spiaggia e in hotel: il Comune dice di nuovo sì

  • Scuola

    Elementare Mantegna, bimbi al freddo: “Gasolio finito”

I più letti della settimana

  • Scontro fra un compattatore e due furgoncini: un morto sulla statale

  • Aveva 15 identità e un mandato di arresto europeo: trovato a Brindisi

  • Gis carabinieri e Finanza abbordano un cargo sospetto al largo di Brindisi 

  • Auto si ribalta sulla strada provinciale: spavento per una ragazza

  • Automobilista rapinato in città: forse esploso un colpo di pistola

  • "Se mia madre è ancora tra noi è grazie all'equipe che l'ha operata"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento