Tiro con l'Arco, anche tre sampietrani ai campionati nazionali

Si tratta di: Sara e Francesca Caramuscia, già campionesse italiane Indoor nel 2018 e 2019, e del loro allenatore Cosimo Renna, più volte campione italiano di questa specialità

SAN PIETRO VERNOTICO - Ben tre atleti dell’associazione sportiva Arcieri Amici Di Reno si sono qualificati ai campionati italiani di tiro con l’arco, specialità tiro di campagna la cui finale nazionale si terrà a Santo Stefano in Aspromonte (Rc) oggi e domani domenica 28 luglio.

Si tratta di: Sara e Francesca Caramuscia, già campionesse italiane Indoor nel 2018 e 2019, e del loro allenatore Cosimo Renna, più volte campione italiano di questa specialità. Alla gara partecipano i migliori arcieri italiani che hanno disputato delle gare di qualifica nel periodo da giugno 2018 a giugno 2019.

Nel tiro con l’arco, la disciplina di campagna prevede il tiro a bersagli di varie dimensioni situati a varie distanze, disposti lungo un percorso/sentiero che gli arcieri dovranno percorrere con archi e frecce pronte per essere scagliate. La particolarità della gara è che l’arciere prima di tirare le frecce dovrà, ad ogni bersaglio, valutare la distanza alla quale è posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Spaventoso incidente sulla strada provinciale: due persone ferite

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento