Virtus: clamoroso ko contro il Cosenza, ma per i playoff ci sono ancora chance

I biancazzurri vengono superati per 5-1 nella penultima giornata del campionato. Decisiva la trasferta ad Andria

Foto di archivio

FRANCAVILLA FONTANA – Disfatta senza attenuanti per la Virtus Francavilla, che rimedia un clamoroso 1-5 contro il Cosenza, nel match andato in scena oggi pomeriggio al Fanuzzi, per la penultima giornata del campionato di Serie C. La gara non ha mai avuto storia. Basti pensare che dopo appena 28 secondi dal calcio di inizio, gli ospiti hanno sbloccato la gara con Tutino. Da parte della Virtus non c’è stata alcuna reazione. Solo i due attaccanti Anastasi e Partipilo hanno provato a rendersi pericolosi. Centrocampisti e difensori, in blocco, al di sotto della sufficienza.

L’unica nota positiva della giornata è che l’obiettivo dei playoff non è ancora precluso. I biancazzurri, infatti, occupano l’undicesimo posto (il decimo è l’ultimo che garantisce l’accesso alla poule promozione) e domenica prossima andranno a giocare in casa di un'Andria caccia di punti per la salvezza. In caso di vittoria, considerato che le due squadre siciliane si affronteranno in uno scontro diretto, gli uomini di mister D’Agostino avranno possibilità concrete di centrare l’obiettivo. Certo, servirà tutt’altro spirito rispetto a quello visto oggi.

Primo tempo

D’Agostino conferma la più che affidabile difesa a tre composta da Prestia, Maccarrone e Albertini. Sulle fasce, spazio ad Albertini e Triarico. Biason in cabina di regia per orchestrare il gioco. In attacco,

L’avvio della partita è folgorante. Non è passato neanche un minuto di gioco quando Tutino porta in vantaggio gli ospiti, capitalizzando di testa un traversone di D’Orazio. La Virtus non si abbatte al 7’ sfiora il pareggio con una splendida conclusione dal limite di Partipilo, che non inquadra lo specchio per una questione di centimetri. Al 12’, Pascali si immola per respingere una conclusione ravvicinata a botta sicura di Anastasi, salvando il risultato.

La partita non ha un solo istante di tregua. Al 14’ Perez, al culmine di una triangolazione, viene atterrato in area mentre si appresta a calciare. L’arbitro decreta un calcio di rigore a favore dei calabresi. Sul dischetto si presenta il brindisino Perez, che spiazza Albertazzi. Al 17’ è Albertini a rendersi pericoloso dalle parti di Saracco, con una sforbiciata che si spegne sul fondo. Ma il Cosenza dilaga al 30’ con Corsi, che concretizza con un tocco di destro di prima intenzione un contropiede fulmineo partito dai piedi di Pereze e proseguito con Tutino, che si è involato sulla fascia, fino a servire un assist d’oro per il suo compagno. Il Cosenza è ormai un fiume in piena.

Al 37’ Albertazzi viene bucato per la quarta volta da Tutino, che a tu per tu con Albertazzi, con freddezza, sigla la sua seconda rete personale. Le occasioni da gol fioccano per il Cosenza. Al 46’, Perez pecca di egoismo quando, in un 3 contro uno, tenta di saltare l’avversario, facendosi stoppare, anziché servire i compagni, meglio piazzati.

Secondo tempo

All’inizio del secondo tempo, gli ultras della Virtus ammainano striscioni e bandiere e lasciano la gradinata in segno di protesta. I padroni di casa però cercano di salvare l’orgoglio, sprigionando una determinazione che non si era vista nella prima frazione. La pressione esercitata dalla Virtus viene premiata al 22’, quando Partipilo realizza una rete da antologia in rovesciata.  Una Virtus trasformata rispetto al primo tempo, continua ad attaccare a spron battuto, sfiorando in più occasioni la seconda rete. Ma in pieno recupero è Okereke a siglare  la rete del definitivo 1-5.

Tabellino

Virtus Francavilla – Cosenza 1-5

Virtus Francavilla (3-5-2): Albertazzi, Prestia, Agostinone, Maccarrone, Albertini (Di Nicola dal 35' st), Monaco (Martinez dal 4’ st), Sicurella (Parigi dal 12’ st), Biason, Triarico Puno dal 35' st), Partipilo, Anastasi (Madonia dal 12’ st). A disp. Saloni, De Toma, Sbampato, Demoleon, Lugo Martinez, Viola Pino, Di Nicola, Rossetti, Mastropietro,  Parigi, Madonia. All. D’Agostino

Cosenza (3-5-2): Saracco, Corsi (Ramos al 17’ st), Idda (Boniotti dal 6’ st), Pascali, Dermaku, D’orazio, Palmiero (Loviso dall’8’ st), Mungo (Calamai al 17’ st), Tutino (Okereke al 17’ st), Perez, Trovato. A disp. Zommers, Ramos, Pasqualoni, Okereke, Boniotti, Calamai, Loviso, Camigliano. All Braglia

Arbitro: Andrea Zingarelli di Siena, coadiuvato dagli assistenti Francesco Gentileschi di Terni e Simone Teodori di Fermo

Marcatori: Tutino (Cs) al 1’ pt e al 37’ pt; Perez (Cs) al 15’ pt su calcio di rigore, Corsi (Cs) al 30’ pt; Partipilo (Ff) al 22’ st

Corner: Virtus Francavilla 8; Cosenza 3

Ammoniti: Partipilo (Ff) al 46’ pt; Corsi (Cs) al 17’ st; Pascali (Cs) al 30’ st; Okereke (Cs) al 47' st

Note: Circa 600 spettatori, fra cui poche decine di tifosi giunti da Cosenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina: banditi tra la gente nella galleria Le Colonne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Dimostrazione gratuita di rianimazione cardiopolmonare con Albano Carrisi

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

  • Colto da malore nelle campagne: pensionato ritrovato privo di vita

Torna su
BrindisiReport è in caricamento