Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sport e autismo, a lezione di canottaggio con il Rowing Brindisi Club

 

BRINDISI- Mettere al centro soprattutto la persona, non solo la disabilità è lo scopo che si è prefissato il Brindisi Rowing Club e il suo presidente Elio Narcisi, sposando il progetto dello sport integrato dell’Asd Giochiamo insieme, presieduta da Massimo Striano.

Gli atleti speciali della Giochiamo insieme puntano all’integrazione, all’autonomia, e a imparare, anche se lentamente e con difficoltà, attraverso lo sport del canottaggio che, si è scoperto, fa bene e piace a Simone, a Luca, a Samuele e agli altri atleti speciali che da qualche settimana si sono approcciati al mare e alla canoa.

L’Asd Giochiamo insieme, che permette ai suoi allievi di praticare anche il basket, viene accolta due volte a settimana nel Porticciolo Turistico dai canottieri del Rowing Club e, facendo gruppo, si allenano insieme: un’attività che regala agli atleti una dose di moto per scaricare le tensioni, aumentando i livelli di autostima e dando così l’opportunità di aprire la strada a nuove forme di comunicazione e rapporti umani.

Un ottimo insegnamento quello dei presidenti Elio Narcisi e Massimo Striano grazie ai quali, chi li vede stringersi la mano, comprende che la disabilità non è un impedimento a praticare sport, ma un’opportunità per permettere di superare se stessi, con pazienza e altruismo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento