Apani: ennesima carcassa di tartaruga, fra i rifiuti portati dal mare

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Prosegue la strage di tartarughe. L’ennesima carcassa di una caretta caretta è stata trasportata dalle mareggiate sulla spiaggia di località Apani. L'esemplare giaceva a riddo della falesia. La scoperta è stata fatta da una cittadina, mentre portava a passeggio il suo cane. Il mammifero, in avanzato stato di composizione, era circondato da cumuli di rifiuti di plastica, anch’essi trasportati dalle mareggiare. Proprio la plastica che in abbondanza infesta i mari potrebbe aver provocato la morte della testuggine, una delle tante che arrivano prive di vita sul litorale nord di Brindisi. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Capita anche che le tartarughe muoiano naturalmente e quando questo succede dove pensate che finiscano?

  • Avatar anonimo di Turiddu
    Turiddu

    wauuuu che velocità di inserimento ????

  • Avatar anonimo di Turiddu
    Turiddu

    avanzato stato di decomposizione vista la temperatura dell' acqua e le mareggiate che ci sono state chissà da dove arriva ,spazzatura ? direi che se ne vede poca adesso il mare l ha ripresa e spostata in altro posto ,quest inverno c erano cumuli di spazzatura di ogni tipo non solo plastica ,l uomo sta usando il mare come pattumiera questo il guaio ,la plastica si ricicla ma se si butta in mare nella terra ha finito di essere riciclata !

Potrebbe Interessarti

  • video

    Frontale sulla Brindisi-San Pietro Vernotico: le immagini

  • video

    "Così ho sconfitto la malattia": la storia di Diego D'Alema

  • video

    Una tromba marina si forma al largo del porto di Brindisi

  • video

    Inquinatore in azione: una mamma riprende la scena e lo rimprovera

Torna su
BrindisiReport è in caricamento